CLEAA CLAUDIO LUCCHIN ARCHITETTI ASSOCIATI

Città: BOLZANO
Nazione: ITALIA
Sito: www.cleaa.it
Specializzazione: Architettura
Lo studio nasce nel 2004 con l’associazione allo studio di Claudio Lucchin di Angelo Rinaldo e Daniela Varnier e si occupa di progettazione architettonica e urbanistica. 
Tra i riconoscimenti ottenuti il premio IOC/IAKS award 2007 Exemplare Sport and Leisure Facility, l’European Glulam award 1996, selezioni e riconoscimenti al Premio Archittetura dell’Alto Adige e al Premio di Architettura Città di Oderzo nel 2013.
Opere realizzate
Work in progress
Approfondimenti
Post correlati
  • 22 gennaio 2020
    Il NOI Techpark di Bolzano
    Un quartiere ecosostenibile dedicato alla ricerca e all’innovazione, certificato LEED V4 Neighborhood Development GOLD.
  • 10 dicembre 2019
    Posata la prima pietra della nuova sede di Gruppo CAP
    È stata posata oggi, 10 dicembre, in via Rimini 34 la prima pietra di quella che sarà la nuova sede di Gruppo CAP. Presenti alla posa della prima pietra oltre al presidente Alessandro Russo, anche Pierfrancesco Maran, Assessore a Urbanistica, Verde e Agricoltura Comune di Milano, Arianna Censi, Vicesindaca Città metropolitana di Milano, Santo Minniti, Presidente Municipio 6, Claudio Lucchin, architetto ideatore del progetto e titolare dello studio CL&AA, e Emiliano Cacioppo, Consigliere delegato CMB, Società cooperativa Muratori e Braccianti, che curerà tutte le fasi di costruzione.
  • 6 settembre 2017
    Il nuovo headquarter milanese del Gruppo CAP
    Un’arca moderna che fluttua sull’acqua: sarà questo l’aspetto del nuovo edificio del Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città Metropolitana di Milano. Un edificio aperto che si ispira all’acqua e alla morfologia delle sue reti anche per il design interno, per un concept che vuole esprimere al massimo la mission dell’azienda.
  • 30 novembre 2015
    CL&AA Claudio Lucchin: l’architettura è regia
    “La qualità in architettura è soprattutto qualità delle idee. Da finalizzare alla gratificante fruizione degli utenti, residenti, allievi, impiegati, operai…senza esibizioni o trionfalismi”.