Ruggine in facciata

Una resistenza eccezionale, nessun vincolo dimensionale ad eccezione di quelli imposti dal trasporto, una limitata manutenzione, il costo "pari al peso" ed una presenza formale che evoca architetture arcaiche: il corten in tre esempi
La crescente diffusione del metallo, nei rivestimenti degli edifici contempora­nei, ha determinato una sorta di "rivoluzione" di quella che poteva essere considerata la consuetudine costruttiva delle facciate.
Oltre a modificare i parametri estetici e le possibilità realizzative, l'impiego di questo materiale ha determinato anche un incre­mento delle prestazioni richieste alle fac­ciate concentrando, in uno strato, più o meno sottile, che costituisce la nuova "pelle" degli edifici, resistenza, isolamento, durabilità.
Tuttavia, ciò che più appare evidente, è il risultato formale che è possibile ottenere dall'utilizzo della vasta gamma di prodotti in commercio. Tra questi, l'acciaio corten è uno di quelli che più spesso attira l'atten­zione degli addetti ai lavori e non. 
acciaio
Pubblicato su Modulo 315, ottobre 2005

Mediapyramid ARCHITETTURA