YCONE -

Nel cuore dell’emblematico quartiere La Confluence di Lione, in prossimità del porto e della ferrovia, Ateliers Jean Nouvel firma Ycone. Primo edificio residenziale dello studio nella città francese, Ycone combina un forte identità architettonica con una perfetta integrazione nell’ex distretto industriale.
Leggermente più grande dei normali edifici residenziali, Ycone segna lo skyline di questo importante intervento di trasformazione della città di Lione iniziato nei primi anni duemila, lasciando emergere liberamente la propria identità senza configurarsi come episodio architettonico occasionale o come monumento. 
La parola “confluenza” suggerisce l’incontro, convergenza. In questa parte di Lione, c’è l’incontro di molti individui e attori sociali diversi e la convergenza di un gran numero di stili. È stato un piacere essere coinvolto in questo focolaio culturale e in tutto il processo di rinnovamento, in cui ogni progetto ha bisogno di trovare il suo posto” – ha raccontato l’architetto Jean Nouvel, vincitore del Premio Pritzker nel 2008. 
Ycone, che sarà presto circondato da tre nuovi progetti, cerca con l’intorno un dialogo: per questo motivo Jean Nouvel ha immaginato una sorta di filtro verde in grado di trasmettere a chi vi abiterà la sensazione di trovarsi realmente a casa e di identificare l’edificio come un luogo tranquillo, una sorta di pausa all’interno del quartiere emergente. 
L’edificio è quindi ancorato a una base, un giardino terrazzato, ed è caratterizzato da una doppia facciata: la pelle più esterna, che racchiude gli ampi balconi, è composta da pannelli di vetro opalino che si incastrano verticalmente e orizzontalmente come un puzzle incorniciando le visuali degli appartamenti. 
Leggera e sempre diversa, si innalza per tutti i 64 metri di altezza della struttura nascondendo l’involucro interno in calcestruzzo e alluminio. 
Inoltre, ogni facciata avrà oltre a una diversa composizione geometrica anche differenti variazioni cromatiche: “Un po’ come un omeopata, ho diluito una goccia di colore nel bianco in modo da lasciare una leggera traccia pastello che creerà diverse variazioni di colore attraverso la sovrapposizione”. 
Ma Ycone parla anche di “confluenza” tra abitanti differenti: l’edificio, infatti, ospita nei suoi piani inferiori 27 alloggi sociali su un totale di 92 appartamenti. 
Progetto appartamenti piacevoli da vivere per tutti. Ogni piano è diverso, perché le persone non sono numeri: al suo interno trovano posto duplex e appartamenti, terrazze e balconi, e le altezze dei soffitti sono differenti, più generose ai piani inferiori per portare più luce” – ha proseguito l’architetto. 
Ycone segna il ritorno di Jean Nouvel a Lione, a quasi trent’anni dalla ristrutturazione dell’Opera, e si configura come ultimo intervento della prima fase del progetto Confluence iniziato nel 2003.  

Crediti fotografici: Ateliers Jean Nouvel, Guillaume Perret
Nazione: FRANCIA
Tipologia: RESIDENZA
Progettista Architettonico: ATELIERS JEAN NOUVEL
Status: REALIZZATO
Inaugurazione: 2019