Luiss Hub - Milano

Lo studio d'architettura Fabbricanove ha firmato il progetto del Milano Luiss Hub, il “primo laboratorio di manifattura digitale”. Si tratta di un nuovo spazio dedicato alla formazione, allo sviluppo d’impresa e alle attività creative voluto dalla LUISS - Libera Università Internazionale degli Studi Sociali "Guido Carli" di Roma e nato grazie alla sinergia tra la prestigiosa università capitolina con il Comune di Milano, la Fondazione Brodolini e ItaliaCamp.
Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Tipologia: ISTRUZIONE
Progettista Architettonico: FABBRICANOVE
Status: REALIZZATO
Inaugurazione: 2019
Situato in zona Garibaldi a Milano, in prossimità di Corso Como, il progetto è frutto di un intervento di Ristrutturazione Edilizia di un ex edificio industriale dismesso da adibire ad Innovation Hub. Il progetto recupera la volumetria della preesistenza e propone degli ampliamenti in dialettica con essa, con l’inserimento di tre differenti e preziosi “volumi”, di cui la Teca rappresenta quello interamente vetrato verso il grande piazzale esterno. Il fabbricato a un solo piano con un grande cortile interno era costituito da due capannoni a forma di L. Il degrado delle strutture ha fatto propendere gli architetti per una scelta radicale di abbattimento, salvando solo l'essenza dei luoghi attraverso pochi e studiati elementi che ne richiamassero la memoria. Alcuni pilastri di mattoni, ad esempio, prima interni alla preesistenza e ora visibili attraverso la facciata trasparente del FabLab. Oppure le capriate lignee della copertura originaria, che rivivono attraverso quelle nuove candide. Gli architetti hanno lavorato su un doppio registro: da un lato le forme attuali ma che rieccheggiano alla memoria del passato, come la forma a L della pianta originaria; dall'altro materiali, come vetro, acciaio e cemento, e colori nuovi che rendono immeditamente riconoscibile la struttura come espressione di un linguaggio contemporaneo. «L’obiettivo è stato di riprodurre un microcosmo urbano, con tutte le sue dinamiche interne, all’interno della città»hanno raccontato gli architetti di Fabbricanove. Il profilo a L della pianta originaria è quindi diventato il “confine” in cui disporre planimetricamente i nuovi volumi e l'uso del vetro per le facciate ha permesso di instaurare un rapporto osmotico con il giardino prospiciente e con il contesto urbano in cui l'hub è inserito. L’hub svolgerà tre funzioni essenziali a cui corrispondono i tre volumi principali: l'Education Center per la formazione, il FabLab dedicato alla prototipazione rapida e alla manifattura digitale, l'Acceleratore di imprese per il sostegno e sviluppo di startup. 


Photo Credits: Filippo Romano
SCARICA IL PDF