CENTRO DIREZIONALE FIERAMILANO -

Lo studio di architettura 5+1AA ha completato il nuovo edificio di rappresentanza del gruppo Fiera Milano, una torre orizzontale caratterizzata dal color oro che si inserisce nel più ampio “parco delle architetture” del quartiere espositivo accanto alla Fiera di Studio Fuksas, i parcheggi multipiano di Mario Bellini Architects e al verde pubblico organizzato da studio Land.
Il progetto, frutto di un concorso bandito da Sviluppo Sistema Fiera con l’obiettivo di realizzare un centro direzionale per Fieramilano in grado di dialogare con il complesso architettonico della Fiera pur mantenendo una propria autonomia estetica e formale, si presenta come una lama orizzontale costituita da due corpi di fabbrica di 13 piani rivestita in parte con vetrate grigio fumé schermate da una struttura frangisole con pannelli color bronzo dorato che si dirada progressivamente da sud a nord, e in parte con lastre dorate. 
Il color oro, infatti, è il vero protagonista del progetto e conferisce al complesso molteplici sfumature che variano al modificarsi delle condizioni della luce e del punto di osservazione. 
L’edificio è concepito come una successione di torri orizzontali che si dividono in basamento, che accoglie e divide i flussi di persone in spazi che si dilatano, come il foyer a tutta altezza, o si comprimono, come gli uffici o la mensa, mentre l’elevazione è caratterizzata da un taglio orizzontale a doppia altezza, che crea un momento di sospensione tra terra e cielo, dove il paesaggio è inquadrato da una “rete” di trasparenze e riflessi. Il coronamento, infine, è espresso da un giardino verticale. 
Il progetto ha previsto anche un ripensamento degli spazi esterni dove un articolato sistema di rampe, scalinate e piani inclinati costituisce oggi il basamento del complesso e funge da “soglia” tra spazio interno ed esterno. 
Dal punto di vista della sostenibilità ambientale, la scelta attuata dai progettisti di creare un unico complesso composta da due volumi separati ha permesso di raggiungere tutti gli obiettivi richiesti dal bando in termini d’efficienza distributiva, gestionale ed energetica. Grazie al massimo impiego di fonti rinnovabili, il complesso ha permesso di ridurre i consumi di acqua ed energia migliorando al contempo il comfort degli occupanti, dal punto di vista termico, acustico, visivo e di completa fruizione degli spazi.

Crediti fotografici: Ernesta Caviola
Nazione: ITALIA
Tipologia: TERZIARIO
Progettista Architettonico: ATELIER(S) ALFONSO FEMIA (AF517)
Status: REALIZZATO
Inaugurazione: 2010