Pubblicato il 28 agosto 2019

Lo studio di architettura danese BIG - Bjarke Ingels Group inaugura il nuovo centro culturale di Bordeaux

Il 28 Giugno la città di Bordeaux ha celebrato l’apertura del MÉCA – Maison de l’Économie Créative et de la Culture en Aquitaine – la nuova sede culturale della città affacciata sul lungomare e progettata da BIG (Bjarke Ingels Group) che nel 2012 si sono aggiudicati l’incarico attraverso il relativo concorso internazionale, con i parigini Freaks. Il progetto comprende le tre più importanti istituzioni culturali della città. Si tratta di: OANA – Office Artistique de la Nouvelle-Aquitaine; ALCA – Agence livre, cinéma et audiovisuel en Nouvelle-Aquitaine; FRAC – Fond Régional d’Art Contemporain, quest’ultima attiva dall’inizio degli anni Ottanta. Lo studio di architettura BIG insieme a FREAKSfreearchitects, hanno progettato l’edificio articolandolo  attorno a due spazi: uno pubblico interno ed uno urbano all’aperto. L’edifico è stato progettato in funzione di quest’ultimo che si presenta come un grande vuoto centrale e che mette in relazione la città con il lungofiume, permettendo così ai cittadini di fluire e passeggiare al suo interno, coniugando la vita pubblica a quella artistica dell’edificio. Lo spazio esterno è stato progettato in modo da potersi trasformare in un vero proprio palcoscenico urbano per rappresentazioni teatrali o concerti, e in una galleria all’aperto che si affaccia sulle rive del fiume Garonna. I pixel delle finestre quadrate sulla facciata sono progettati per filtrare la quantità di luce che entra negli spazi creando allo stesso tempo un effetto di facciata permeabile e trasparente.   
SCARICA IL PDF
Vai alla scheda dello studio di progettazione: BIG - BJARKE INGELS GROUP
Categorie: Architettura