Pubblicato il 17 settembre 2020

Il Polo Scolastico di Pacentro (Aq) di Mario Cucinella Architects & LAP

Sono partiti i lavori per la realizzazione del Polo Scolastico di Pacentro.
La posa della prima pietra è stata effettuata nei giorni scorsi, il 10 settembre, in presenza del sindaco Guido Angelilli, il direttore di Casa Italia Fabrizio Curcio, l’architetto Mario Cucinella con LAP_Laboratorio di Architettura Partecipata, il direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Antonella Tozza, il direttore dell’Ufficio Speciale della ricostruzione Raffaello Fico, e tutti gli attori di questo importante percorso che ha visto vari protagonisti.

Il percorso è iniziato cinque anni fa con il coinvolgimento della comunità colpita dal sisma del 2009, con la partecipazione di studenti, insegnanti, grazie alla collaborazione con ActionAid e l’associazione Viviamolaq, tutti insieme per pensare l’idea di una nuova scuola. Un progetto di ricostruzione che diventa un’architettura di comunità costruita da basso, intercettando i bisogni delle persone, ma che vuole essere anche un esempio di scuola innovativa e sicura.

L’idea di progetto, nasce quindi dalla volontà di creare anzitutto un luogo di incontro, di condivisione e scambio di idee: una sorta di grande piazza dedicata alla crescita individuale e di gruppo, colorata e luminosa e flessibile, dove la natura possa entrare e guidare lo sguardo, dove penetri la luce filtrata dalla vegetazione circostante e dunque mutevole nei colori e nei toni secondo il ritmo delle stagioni.

Un’architettura dalla forma circolare che  richiama la celebre frase di Munari “la prima cosa che disegna un bambino assomiglia a un cerchio”, che si inserisce quasi mimetizzandosi nel suggestivo paesaggio appenninico circostante. Una “duna” artificiale circonda come un anello l’edificio, svelandolo gradualmente alla vista di chi si avvicina lungo il percorso di accesso. A partire dal grande atrio centrale della piazza si generano tutti gli altri spazi della scuola, pensati seguendo il concetto di didattica basata sulla teoria del “learning landscape”, con ambienti interni visibili e strutturati per l’apprendimento, flessibili e con pareti trasparenti con aree di apprendimento svincolate dal tradizionale concetto di aula.
Vai alla scheda dello studio di progettazione: MARIO CUCINELLA ARCHITECTS (MC A)
Categorie: Architettura