Laser-cut architecture

Volumi compatti avvolti da "stoffe"di rame, zinco e acciaio. Design e tecnologia trasformano l'architettura in "progetto del materiale". Esempi eccellenti in Europa e in Italia
Il rivestimento è sempre più al centro dell'interesse dei progettisti con soluzioni che predili­gono superfici continue e monomateriche per valorizzare volumi compatti, parallel,epipedi esatti dove l'architettura è il 'progetto del materiale'. L'.acciaio, il rame, lo zinco rivestono vecchi e nuo­vi edifici per caratterizzare le cortine urbane di metropoli come Londra, Beijing e Barcellona. Ed è proprio il caso di riferirsi all'idea di 'rivestire' la città, visto che alcune proposte sono ideate da architetti con trascorsi nel mondo del design e della moda. Un esempio emblematico è quello di Elena Manferdini con atelier a Los Angeles che propone di realizzare un intero grattacielo con pannelli in acciaio finemente traforati a laser che ricadono come morbida stoffa per l'intera altezza della torre. Si tratta del progetto Fabric Tower (h . 100 m, sup.15.000 m2) per la città di Guiyang in Cina, ispirato all'artigianato locale della gioielleria in filigrana della cultura Miao.
Pubblicato su Modulo 360, aprile 2010

Mediapyramid ARCHITETTURA