FASSA

Data di realizzazione: 2018

Consolidamento lungargine sul fiume Arno - Firenze

Un caso interessante di consolidamento, in modo particolare per il grande valore artistico e storico dell’area coinvolta, è rappresentato dai lavori di messa in sicurezza di un tratto di Lungarno Torrigiani a Firenze, a seguito di un cedimento della carreggiata stradale.
Nella prima fase dei lavori, per mettere in sicurezza l’area sono state costruite con tecnologia “rigidinclusion” circa 700 colonne del diametro di 30 cm per una profondità di 7,5 m. Il materiale utilizzato per il riempimento delle colonne e per tutta l’operazione di consolidamento è stato Betoncino RS 30 Fassa Bortolo. 
Si tratta di un materiale composto da cementi solfatoresistenti, sabbie classificate e additivi per migliorare la lavorazione e l’adesione; i cementi sono specificatamente studiati per lavori eseguiti in aree costiere. Sono stati posizionati dei silos Fassa Bortolo che hanno lavorato a pieno regime su tre turni giornalieri, così da velocizzare al massimo le operazioni. Successivamente si è proceduto alle opere di fondazione e chiodatura della fondazione sul muro, realizzando dei micropali di larghezza di 14 cm tramite carottaggio attraverso la fondazione del muro, protratti fino ad intercettare il tratto roccioso per ancorare il piede del muro dislocato al substrato stesso. 
A seguire sono stati realizzati dei pali di diametro 60 cm riempiti con calcestruzzo utilizzando la metodologia CFA e micropali di 30 cm di diametro, che sono stati messi nella zona della cuspide con la tecnica “rivestimento a martello a fondo foro”. Sopra i pali e micropali progetto di fondazione sono stati posizionati un graticcio di pali e la veletta, che svolgono la funzione strutturale del muro spondale. Terminati i lavori incalcestruzzo armato è stata realizzata una prima fase di riempimento fino a 1,5 m dalla quota della testa delle travi, infine è stata posata la nuova condotta dell’acquedotto per ripristinare quello ceduto, ed è stato completato il rinterro con la conseguente asfaltatura, per il ripristino dell’aria collassata. Un lavoro di qualità grazie all’impegno della ditta Trevi e alla praticità di utilizzo e al valore dei prodotti Fassa Bortolo, svolto anche in tempi ridotti: il cedimento era avvenuto il 25 maggio 2016 ed è stato completato il 4 novembre 2016, data dell’anniversario della storica alluvione di Firenze. 

La tecnologia 
Il Sistema Underground Fassa Bortolo indica le soluzioni dedicate alle opere di consolidamento di terreni, gallerie e impianti geotermici. 
Si tratta di situazioni che richiedono particolare attenzione nella composizione dei materiali utilizzati e che vengono applicati in concreto per il consolidamento, ripristino e integrazioni di fondazioni esistenti, realizzazione di tiranti e micropali, interventi di riassetto e bonifica del territorio, ma anche ripristino di scarpate stradali, sistemazione di frane, sistemazione di volte di gallerie e consolidamento di argini.
Città: Firenze
Tipologia: INFRASTRUTTURE