THE MACALLAN DISTILLERY

Il Macallan è già affermato come uno dei più famosi produttori di whisky del mondo e ricercato in un nuovo centro che potrebbe rivelare i processi di produzione e accogliere i visitatori.
Città: SPEYSIDE
Nazione: REGNO UNITO
Tipologia: INDUSTRIA
Progettista Architettonico: ROGERS STIRK HARBOUR + PARTNERS
Inaugurazione: 2018
Il nuovo edificio offre una struttura in grado di aumentare la produzione ed, internamente, una serie di celle di produzione sono disposte linearmente con un layout a pianta aperta che rivela tutte le fasi del processo contemporaneamente. 
Queste cellule si riflettono sopra l'edificio sotto forma di un tetto leggermente ondulato coperto da una rigogliosa fascia verde. 

Una nuova attenzione per i visitatori, il cui viaggio all'interno del complesso presenta un microcosmo degli elementi naturali pertinenti alla produzione del Macallan Whiskey: i campi di orzo lasciano il posto alla permanenza delle querce, che rappresentano il legno utilizzato nelle botti del whisky. 
I visitatori incontrano inoltre una pavimentazione in pietra naturale e giochi d'acqua rivestiti in pietra, evidenziando l'importanza dell'acqua sorgiva fresca nel processo di distillazione e la pietra locale che la filtra. In riferimento allo stato ambientale del sito proposto, all'interno di un'area di grande valore paesaggistico, il progetto è una risposta a questo contesto. 

Scavato nei contorni naturalmente inclinati del sito, l'edificio ha un impatto visivo minimo sul paesaggio. Il soffice tetto ondulato richiama le colline della campagna circostante, e le forme create dall'uomo e ingegnerizzate dei picchi uniformi riflettono le celle di produzione industriale contenute all'interno. >Disposta su una serie di cinque celle, la forma del tetto riflette le parti componenti della distilleria. 

L'edificio comprende un centro visitatori flessibile (coperto da una cresta del tetto più alta), tre case e la casa del mosto. L'esperienza del visitatore inizia con un'introduzione a The Macallan in un'area espositiva e galleria, prima di procedere attraverso una sequenza di spazi che seguono la storia di produzione del whisky. 
Le sale di produzione ospitano attrezzature per il mosto, la fermentazione e la distillazione in una configurazione circolare. Viene utilizzato un approccio modulare alle strutture, dove è possibile aprire ulteriori camere fisse come richiesto. Inoltre, un percorso di servizio e la "fattoria dei serbatoi" corre lungo il retro dell'edificio, sotto il tetto e tagliato nel paesaggio.

Sulla sommità della struttura del tetto in legno si trova un tetto stratificato di circa 300 mm di spessore. Questo è costituito da circa 150 mm di barriera al vapore, isolamento termico e impermeabilizzazione e quindi altri 150 mm di tetto verde vivente. Come una fabbrica, il tetto sopra la distilleria di produzione non richiede l'isolamento termico per la conformità alle normative edilizie, tuttavia l'isolamento viene mantenuto per proteggere il tetto verde irrigato dagli effetti di riscaldamento ed essiccazione della distilleria sottostante. 
La griglia strutturale di 3 m del tetto in legno è architettonicamente espressa all'interno del tetto vivente da una rete di canali in alluminio. Questi non solo contribuiscono all'estetica ingegnerizzata, ma rappresentano anche una zona di assistenza che attraversa l'intero tetto. Questa griglia fornisce una protezione contro i fulmini, irrigazioni, linee di ritenuta e potenza necessaria per le prese d'aria azionate alle luci del tetto del centro visitatori.  

L'intera lunghezza dei prospetti est e sud dell'edificio è costituita da doppi vetri a tutta altezza. La facciata è composta da pannelli a doppio vetro con struttura larga 3 m, supportati dalla base e trattenuti in testa con un giunto di movimento flessibile. La facciata è ulteriormente supportata da montanti vetrati verticali a triplo strato a tutta altezza. Questi mantengono eccellenti viste interne verso il paesaggio. 
L'interfaccia tra la facciata vetrata principale e la trave del controsoffitto associata è un'interfaccia importante. Percorrendo tutta la lunghezza dell'edificio e attraversando sia la distilleria di produzione che il centro visitatori, la facciata ondeggia tra i 2,6 e i 5 metri di altezza. L'interfaccia a livello del tetto incorpora un dettaglio di movimento flessibile che deve accogliere la gamma di movimenti verticali e laterali possibili all'interno della struttura del tetto. 
Per rimanere agganciati al tetto, la facciata è imperniata alla base per muoversi, senza intoppi, con il movimento laterale del tetto e tutto ciò mantenendo le prestazioni termiche e agli agenti atmosferici dell'involucro termico. 

Crediti foografici: Rogers Stirk Harbour + Partners