SEDE DEL CONSIGLIO DELLA REGIONE PUGLIA

Lo studio romano Valle Progettazioni sta realizzando a Bari la nuova Sede del Consiglio della Regione Puglia, un progetto dalla storia travagliata che presto troverà compimento in una sintesi perfetta tra efficienza energetica, integrazione con il contesto ed innovazione.
Città: BARI
Nazione: ITALIA
Tipologia: ISTITUZIONI
Work in Progress - Progetto Architettonico: STUDIO VALLE PROGETTAZIONI
Inizio Lavori: 2003
Il complesso, frutto di un concorso vinto nel 2003 insieme agli studi baresi Mirizzi Architetti Associati e Sylos Labini Ingegneri Associati, e alla Pro. Sal. Progettazioni Salentine di Lecce, si configura come un intervento contemporaneo e cosmopolita in grado di coniugare una efficiente organizzazione funzionale con una caratterizzazione architettonica profondamente legata al tema progettuale e al suo contesto. 
Situato nel quartiere di Japigia, in un’area a ridosso della costa a poca distanza dagli assessorati regionali, la nuova Sede del Consiglio si estende su un’area di 154.000 metri quadrati suddivisi in due edifici a pianta allungata e a sagoma curva che racchiudono al loro interno uno spazio pubblico concepito come agorà. 
I due corpi, di altezze differenti, uno alto sei piani e l’altro tre, sono uniti tra loro dalla sala consigliare che, situata a sud del complesso, risulta sollevata dal suolo, lasciando sotto di sé un ampio spazio coperto in continuità con la corta centrale. Su quest’ultima, fulcro del progetto, affacciano l’aula del Consiglio Regionale, i seggi dei consiglieri e tutti gli uffici, in parte protetti da una copertura leggera e trasparente in texalon, un mate¬riale leggerissimo non inquinante ad elevata coibenza termica, e la cui struttura portante è realizzata con un’ossatura di elementi metallici che consente la protezione dagli agenti atmosferici. 
La parte di corte aperta, invece, ospita giardini di specie autoctone pugliesi e una sequenza di vasche con giochi d’acqua circondate da comode gradonate che danno vita a nuovo luogo di incontro e aggregazione. 
Questa scelta progettuale, strettamente legata al territorio, si pone in continuità con la volontà dei progettisti di utilizzare materiali locali per la realizzazione, come la pietra di Trani, Lecce e Apricena. 
Internamente invece, numerosi spazi non necessariamente connessi con le funzioni istituzionali, come bar, ristoranti, centro benessere, spazi espositivi, culturali e per conferenze, sono aperti verso l’esterno in un’ottica di profonda integrazione con il contesto circostante. 

Crediti fotografici: Studio Valle Progettazioni 

Pubblicato su Modulo 383, aprile/maggio 2013
SCARICA IL PDF