RISTRUTTURAZIONE TORRE GALFA

Maurice Kanah dello studio milanese BG&K Associati firmerà la ristrutturazione della Torre Galfa, progettata da Melchiorre Bega nel 1956 per ospitare gli uffici delle raffinerie Sarom e Bp.
Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Tipologia: MIXED USE
Work in Progress - Progetto Architettonico: BG&K ASSOCIATI
Inizio Lavori: 2017
Fine Lavori: 2019
L’imponente progetto di restauro e di riqualificazione, attuato dalla nuova proprietà Unipol Sai, mira al raggiungimento di due obiettivi principali: il primo volto a restituire all’edificio una nuova riconoscibilità all’interno dello skyline urbano, il secondo legato al cambio di destinazione d’uso e in particolare di destinare a uso pubblico lo spazio al piano terra. 
L’edificio, infatti, ospiterà al suo interno al posto di spazi uffici, un mix di funzioni: i primi dodici piani saranno destinati al brand di hôtellerie Innside, parte del gruppo Meliá Hotels International, per ospitare al suo interno un business hotel di lusso con 146 camere, palestra, sale riunioni e ristorante integrato al piano della lobby; mentre dal tredicesimo al trentesimo piano troveranno posto le residenze con metrature che variano ai diversi livelli culminando a un duplex negli ultimi due piani. Infine, al trentunesimo piano, al posto del vecchio volume tecnico degli impianti, verrà allestito un ristorante con terrazza panoramica. 
Il piano terra, totalmente ripensato, ospiterà invece gli spazi commerciali e diversificherà gli accessi a seconda delle funzioni: su via Galvani un cubo di cristallo con vasca d’acqua introdurrà all’area commerciale, all’albergo e al ristorante, mentre su via Campanini si troveranno gli ingressi alle residenze. 
Per quanto riguarda l’aspetto esteriore della Torre, i progettisti stanno lavorando per conservare l’immagine della torre così come è stata progettata e per valorizzare la sua caratteristica principale, ovvero la sua facciata continua in vetro. 
Il mantenimento degli interpiani originali, troppo ridotti per mantenere la destinazione d’uso originaria, permetterà di conservare intatta la geometria della struttura e di riaggiornarla nei materiali con nuovi profili di alluminio anodizzato naturale e vetri trasparenti. 
L’unica modifica sarà la creazione di nuovi copri scala e ascensori per garantire una maggiore efficienza e la messa in sicurezza rispetto alle normative vigenti. 

Crediti fotografici: BG&K Associati
SCARICA IL PDF
Post correlati