NUOVA SEDE GOTHA COSMETICS

A Lallio, in provincia di Bergamo, lo studio milanese iarchitects firma l’ampliamento della nuova sede Gotha Cosmetics, un progetto iconico che si propone come elemento di riqualificazione non solo per l’immagine dell’azienda ma anche per il tessuto industriale in cui è inserito.
Nazione: ITALIA
Tipologia: INDUSTRIA
Focus: INDUSTRIA
Progettista Architettonico: IARCHITECTS
Status: REALIZZATO
Inaugurazione: 2018
Il progetto ha riguardato l’ampliamento e la ristrutturazione della precedente sede, un semplice parallelepipedo collegato ad un capannone industriale, dando vita a un edificio che, interpretando le esigenze del cliente, cattura l’attenzione dei passanti. 
La nuova sede è composta da due volumi che evidenziano immediatamente gli spazi dedicati ai visitatori da quelli del settore operativo, soluzione che ha permesso all’azienda di disporre di nuovi spazi di rappresentanza e di ampliare gli spazi destinati a uffici. 
L’aggiunta di un nuovo e iconico ingresso, inoltre, è stato un elemento fondamentale per la riqualificazione non solo dell’area produttiva circostante ma dell’immagine stessa del marchio. 
La nuova entrata, infatti, in combinazione con volontà di creare un continuum tra interni e esterni attraverso un’interpretazione delle aree esterne come luoghi per eventi, stabilisce un nuovo rapporto con il tessuto industriale circostante e si propone come nuovo punto di riferimento. 
Il piano terra è un grande ambiente a doppia altezza da cui si accede ad una serie di spazi dedicati all’accoglienza e all’incontro per i dipendenti e i rappresentanti mentre al primo livello, nella parte aggettante, trovano posto le sale riunioni, un piccolo spazio espositivo dei prodotti e ed un terrazzo pensato per ospitare eventi e particolari manifestazioni. Infine, è stato aggiunto un livello in previsione di un futuro ampliamento.  
A caratterizzare il progetto è il particolare rivestimento in tessuto della facciata tessile bioclimatica che delinea continuità volumetrica fra gli uffici e produzione e gioca con cromaticità cangianti, accentuando il carattere fortemente iconico del nuovo volume aggettante. 
Dal punto di vista della sostenibilità ambientale l’edificio rispetta i più alti standard energetico-ambientali grazie a un cappotto esterno in polistirene e al rivestimento in tessuto stesso che permette di proteggere l’edifico dall’eccessivo irraggiamento e dal freddo e all’adozione di un impianto termico ad alto rendimento. 

Crediti fotografici: Claudia Calegari

Pubblicato su Modulo 416, novembre/dicembre 2018 e su Modulo 418, marzo/aprile 2019
SCARICA IL PDF