FEDERATION TOWER

A Mosca, in Russia, lo studio tedesco Tchoban Voss Architekten ha completato la realizzazione della Federation Tower, un complesso di due grattacieli che con la sua altezza complessiva di 374 metri è stato riconosciuto dal Council on Tall Buildings e Urban Habitat (CTBUH) come il più alto d’Europa.
Città: MOSCA
Nazione: RUSSIA
Tipologia: MIXED USE
Progettista Architettonico: TCHOBAN VOSS ARCHITEKTEN
Inaugurazione: 2018
Il progetto è costituito da due torri, la Tower East e la Tower West, rispettivamente di 97 e 63 piani, che si innalzano a partire da un basamento comune a uso misto. L’intero progetto è stato concepito con la volontà di realizzare una sorta di “città verticale”: ciascuna delle torri, infatti, ospita al suo interno una combinazione di residenze e uffici intervallati da strutture alberghiere, funzioni sportive, per il benessere e l’intrattenimento oltre che, in copertura, un ristorante, uno spazio multifunzionale per eventi e una terrazza panoramica. 
Entrambe le torri poggiano su una massiccia lastra di cemento che funge da fondamenta, mentre la loro stabilità è garantita da un nucleo centrale anch’esso in cemento con pareti di spessore di 1,4 metri, da 25 colonne perimetrali di dimensione 2 x 1,4 metri che si estendono per l’intera altezza degli edifici e da degli stabilizzatori realizzati con strutture in acciaio ad alta resistenza situati ogni 25-30 piani. 
L’involucro vitreo è stato realizzato utilizzando i più recenti sistemi in materia: la superficie del vetro riflette i raggi del sole preservando al contempo la temperatura ottimale nell’edificio. Inoltre, in termini di densità, questo particolare tipo di vetro si avvicina come prestazioni termiche a un muro in laterizio, caratteristica che al tempo della cantierizzazione dell’edificio non possedeva nessun grattacielo al mondo. 

Crediti fotografici: Dmitry Chistoprudov