ELECTROLUX INNOVATION FACTORY

DEGW, brand del Gruppo Lombardini22 dedicato alla progettazione di ambienti per il lavoro, firma l’Innovation Factory Electrolux, un ambiente flessibile dove i partner dell’azienda e altre realtà legate al mondo dell’R&D possono collaborare, confrontarsi e attivare sinergie efficaci e innovative, che combina il tema dell’Industry 4.0 con la valorizzazione estetica di un edificio industriale.
Nazione: ITALIA
Tipologia: INDUSTRIA
Focus: INDUSTRIA
Progettista Architettonico: LOMBARDINI22
Inaugurazione: 2018
L’Innovation Factory, situato all’interno dello storico stabilimento Electrolux di Porcia, Pordenone, si presenta un unico grande ambiente, che si estende su una superficie di 1.000 metri quadrati, ottenuto grazie alla ristrutturazione del primo fabbricato del sito industriale fondato da Lino Zanussi nel 1954. 
Il progetto ha conservato l’estetica industriale del luogo preservandone quindi i dettagli di valore come i pavimenti e le volte originali, dando vita a uno spazio estremamente flessibile in grado di assecondare la snellezza dei processi collaborativi contemporanei. 
Cemento, vetro, legno grezzo, lamiera metallica, verde sintetico e naturale risolvono completamente tutte le superfici racchiudendo diverse aree tematiche e operative che trovano configurazioni dedicate e al contempo interlacciate tra loro. 
In sequenza dall’ingresso: la zona Self Cafè con Kitchen Area adiacente; l’Area Relax con un gazebo-showcase la cui struttura di legno delimita funzioni in una cornice wireframe dalle forme domestiche; la Creative Area su un prato sintetico ma con un vero albero al centro a fare ombra su sedute informali delimitate da quinte mobili a scaffale aperto; un’Area Operativa con 24 postazioni open e un’Area Startup più protetta con 8 postazioni. Chiudono la serie un ambiente conference in forma di Sauna e una Flexy Area informale, mentre, in asse con la Creative Area, una gradonata di legno conduce alla “Terrazza” soppalcata, con booths chiusi che favoriscono concentrazione e riservatezza, e protetta da balaustre di lamiera stirata da cui affacciarsi sul laboratorio sottostante: un “Lab” di 250 metri quadrati dove esplorare prototipazione rapida, stampa 3d e altri sistemi come i robot collaborativi (COBOTS) e le tecnologie indossabili(wearable devices) per gli operatori delle fabbriche Electrolux. 
Impianti a vista, superfici e materiali non trattati, aperture, trasparenze, arredi mobili e leggeri fanno dell’Innovation Factory uno spazio “ruvido”, caldo e sofisticato, dove tutte le attività si integrano funzionalmente e visivamente in un insieme contaminato e flessibile che, con semplici spostamenti, si può adeguare a esigenze diverse: attuali e anche future, poiché il progetto ha previsto alcuni varchi verso altri spazi adiacenti secondo una logica di potenziale ampliamento. 

Crediti fotografici: DEGW

Pubblicato su Modulo 418, marzo/aprile 2019
SCARICA IL PDF