CASA DI RIPOSO BRESSANONE -

Il centro sarà a servizio delle città di Varna, Bressanone e Luson e verrà realizzato secondo la proposta vincitrice del concorso di progettazione bandito dal comune di Bressanone
Un centro ispirato al modello tedesco delle case di riposo di quinta generazione, ossia una struttura dove l'anziano possa mantenere le sue abitudini e vivere in un ambiente accogliente, simile a quello di casa. Lo studio della luce naturale, la progettazione orientata al raggiungimento del massimo comfort ambientale, l'uso di materiali eco-compatibili e durevoli e il contenimento dei costi di gestione, sono alcuni dei punti fermi nel progetto per il centro per anziani a Varna, la cui vera sfida sta nell'apertura verso l'esterno. Apertura che si concretizza nella creazione di un luogo che possa diventare un centro di aggregazione e punto nodale della rete sociale del quartiere. Il centro si struttura infatti come un piccolo brano urbano, composto da edifici bassi organizzati intorno a corti interne. Tra gli edifici si apre una piazza pubblica sulla quale affaccia, al piano terra, il centro diurno con servizi aperti al quartiere. Al di sopra di quest'ultimo i progettisti hanno collocato gli appartamenti per anziani autosufficienti, predisposti per incorporare anche servizi alberghieri. Sulla piazza, al piano terra, affacciano funzioni a vocazione pubblica, quali: la caffetteria, il parrucchiere, la chiesa, la lavanderia a gettoni e la sala polifunzionale. La piazza è il luogo dove la vita del quartiere e quella degli ospiti del centro e dei loro cari si intrecciano, rendendo possibile la partecipazione degli anziani alla vita comunitaria. Avvicinarsi a una dimensione residenziale e meno ospedaliera rappresenta un altro degli obiettivi cardine attorno a cui ruota il progetto. Il "villaggio" per gli anziani, per conformazione, rimanda infatti all'architettura tradizionale, con riferimento esplicito ai masi, alle case unifamiliari e al contesto rurale locale, Ogni unità abitativa, inoltre, ha uno spazio aperto ad uso esclusivo: un giardino che permette anche ai disabili di poter coltivare l'orto. Un giardino degli odori è invece dedicato agli ospiti affetti da demenze.
Nazione: ITALIA
Progettista Architettonico: PINEARQ
Fine Lavori: 2021