Pubblicato il 4 marzo 2019

Weiss/Manfredi per la nuova ambasciata degli Stati Uniti a Nuova Delhi

Lo studio newyorkese, conosciuto a livello internazionale per progetti come il Tata Innovation Center alla Cornell Tech, il Centro Visitatori del Giardino Botanico di Brooklyn e l’Olympic Sculpture Park del Seattle Art Museum, è stato incaricato dal Dipartimento di Stato di ripensare l’emblematico complesso dell’ambasciata statunitense a Nuova Delhi, in India.
Il progetto proposto, che mira a trasformare il complesso dell’ambasciata in un “campus multifunzionale”, prevede di ristrutturare gli edifici esistenti, tra cui il Chancery Building, un volume modernista realizzato da Edward Durell Stone e caratterizzato da pareti bianche, un tetto piano e sottili pilotis dorati, e la realizzazione di nuove strutture, come un edificio per uffici e uno per le funzioni di supporto, che saranno aggiunti per rafforzare le funzioni del complesso. 

"L’intervento definisce una visione sostenibile per il futuro dell'ambasciata che si basa sull'eredità del campus storico per creare una nuova base per la diplomazia americana in India" - ha affermato lo studio. 

Inoltre, con l’intento di creare uno spazio all’aperto in armonia con il clima locale verrà realizzato anche un importante intervento di landscape: "Ispirato dalla tradizione indiana del tessere insieme architettura e paesaggio, il progetto propone una serie di percorsi in pietra, pensiline e piscine riflettenti che introducono un linguaggio architettonico resiliente e integrato, portando il campus dell’ambasciata nel ventunesimo secolo" – hanno concluso Marion Weiss e Michael Manfredi. 


Crediti fotografici: Weiss/Manfredi
Vai alla scheda dello studio di progettazione: WEISS/MANFREDI
Categorie: Architettura