Pubblicato il 17 ottobre 2019

Royal Gold Medal 2020

Lo studio Grafton Architects, fondato da Yvonne Farrell e Shelley McNamara, riceverà la Royal Gold Medal 2020, il più alto riconoscimento del Regno Unito assegnato a un architetto. Il premio è approvato personalmente dalla regina Elisabetta II e viene conferito a un architetto o a uno studio d'architettura che ha avuto una influenza significativa sul progresso della disciplina.
Un premio prestigioso e dall'alto valore simbolico per il popolo britannico, perché approvato personalmente dalla Regina Elisabetta II. Il 2 ottobre 2019, il Royal Institute of British Architects ha annunciato che Royal Gold Medal per il 2020 è lo studio Grafton Architects. Lo studio irlandese fondato dagli architetti Yvonne Farrell e Shelley McNamara a Dublino nel 1978, di cui dal 1992 sono co-direttori gli architetti Gerard Carty e Philippe O’Sullivan. La cerimonia di premiazione della Royal Gold Medal si svolgerà all'inizio del 2020.

“Gli architetti Grafton Architects sono modelli di riferimento eccezionali. Il loro lavoro, la loro filosofia e la loro ambizione sono di profonda importanza, non solo nel loro paese d'origine e nel Regno Unito, ma in tutto il mondo. Ci mostrano come l'architettura, praticata con umiltà e umanità, può rendere il mondo un posto migliore". Così si è espresso il presidente del RIBA, Alan Jones, in occasione dell'annuncio del premio a Grafton Architects. 

Una candidatura, quella dello studio irlandese, sostenuta da molte e importanti personalità provenienti dal mondo accademico, da quello dell'arte e dell'architettura, unitamente a importanti clienti e rinomati architetti. 
Nell'importante portfolio di progetti di Grafton Architects, hanno un posto d'onore i molti edifici universitari realizzati nelle diverse parti del mondo, commissionati sempre a seguito di concorsi di progettazione internazionale. Tra questi la Medical School della Università di Limerick che ha ricevuto il RIBA Stirling Prize nel 2013 e la nuova facoltà dell'UTEC - Universidad de Ingenieria y Tecnologia di Lima, Perù, vincitrice della prima edizione del RIBA International Prize del 2016. Sempre legati a concorsi di progettazione internazionale sono gli incarichi che lo studio ha in corso, come: il Marshall Building per la London School of Economics (LSE), la Town House per la Kingston University di Londra, la School of Economics per l'University Toulouse 1 Capitole, l'Institute Mines Telecom University Building a Paris Saclay, il progetto City Library & Parnell Square Cultural Quarter a Dublino (con Shaffery Architects) e la nuova sede dell'Electricity Supply Board di Dublino (con O'Mahony Pike Architects). In ogni ambito agli architetti di Grafton sono state sempre riconosciute umanità e generosità, principi che attraversano trasversalmente ogni aspetto della loro professione e che emergono dalle dichiarazioni rese da Yvonne Farrell e Shelley McNamara al conferimento del premio: “Come gli architetti di tutto il mondo, tutti in Grafton Architects lavorano duramente per dare a ogni progetto l'attenzione necessaria per arricchire la vita delle persone. Per noi l'architettura è una professione ottimistica, con l'opportunità di anticipare le realtà future. È della massima importanza culturale perché è il luogo costruito delle vite umane. Traduce i bisogni e i sogni delle persone in forma costruita, nel linguaggio silenzioso dello spazio.”
Vai alla scheda dello studio di progettazione: GRAFTON ARCHITECTS
Categorie: Eventi