Pubblicato il 24 febbraio 2020

La nuova proposta per il lungomare di Brooklyn di BIG

Lo studio di architettura BIG e lo studio di architettura del paesaggio James Corner Field Operations hanno svelato il loro progetto per lo sviluppo misto del lungomare di Williamsburg , a Brooklyn, che comprende anche una spiaggia in grado di rafforzare la resistenza del litorale.
Il lungomare di Brooklyn avrà due grattacieli ad uso misto con base triangolare, due spiagge sabbiose, uno specchio d’acqua per attività nautiche e una passerella pedonale. Un progetto ambizioso che promette di proteggere il litorale costiero. Mentre Domino Park è un parco sopraelevato che sorge accanto alla ex raffineria di zucchero, il progetto presentato dai due studi di architettura mira a fornire una connessione continua con l’East River, per formare quasi due chilometri di lungomare accessibile dove svolgere attività pubbliche migliorando la resilienza del lungomare. Due spiagge sabbiose, un anfiteatro, piccoli chioschi gestiti da aziende locali, noleggio di kayak, bar e ristoranti, contribuiranno a rendere il sito un punto di ritrovo per la comunità, donando nuova linfa al lungomare di Brooklyn. Per raggiungere l’obiettivo di preservare e rafforzare questo tratto di costa, la proposta prevede la realizzazione di una serie di strutture nel fiume, come ad esempio una passerella pedonale di forma circolare che forma un percorso attorno ad uno specchio d’acqua dedicato alle attività nautiche.  La passerella sarà realizzata su palafitte in modo da essere protetta in caso di alluvione, e condurrà su una piccola isola artificiale costruita con funzione frangiflutti. La piccola isola ospiterà anche tre punti dove poter sostare, un sentiero naturalistico e un punto di avvistamento dell’avifauna  sull’estremità più lontana. La proposta prevede anche un secondo frangiflutti, da realizzare vicino al Domino Park. Sulla riva BIG ha progettato due torri a uso misto con uno spazio tra loro per consentire la vista sull’acqua dalla Metropolitan Avenue.  Le torri avranno un’impronta triangolare e basi inclinate, progettate per allinearsi con la curva della spiaggia di fronte. Ospiteranno 1.000 unità abitative, di cui 250 saranno alloggi a prezzi accessibili, nonché spazi per uffici e negozi. Le torri hanno lo scopo di includere elementi di design ad alta efficienza energetica come la schermatura solare passiva.
Lisa Switkin, senior principal dello James Corner Field Operations, sostiene che questo tipo di progetto potrebbe fornire una soluzione a molte città costiere su come adeguare i lungomare a seguito dei cambiamenti climatici e con la conseguente minaccia di innalzamento del livello del mare.
Il design resiliente deve diventare la regola, non l’eccezione per lo sviluppo costiero, e la nostra proposta costituisce un forte esempio di come un design attento al clima può alimentare fiorenti comunità ad uso misto e creare opportunità per l’educazione ambientale e sull’uso consapevole della risorsa fiume” ha aggiunto Switkin.
 “Con il nostro progetto, abbiamo una straordinaria opportunità di fornire un modello di litorale urbano naturale che aumenta la resilienza, migliora notevolmente il litorale di Williamsburg e cambia la mentalità dal vivere contro l’acqua a vivere con l’acqua” conclude.
 

Vai alla scheda dello studio di progettazione: BIG - BJARKE INGELS GROUP
Categorie: Architettura