NOTIZIE

La 27ma edizione di FORUM PA 2016, in programma al Palazzo dei Congressi di Roma dal 24 al 26 maggio, ospita nell’ultima giornata di lavori il 10° Forum Nazionale sui Patrimoni Immobiliari Urbani Territoriali Pubblici, promosso da PATRIMONI PA net, il laboratorio fondato da FORUM PA e TEROTEC, laboratorio nazionale di promozione, sviluppo e diffusione dell’innovazione nel campo della gestione dei patrimoni urbani e immobiliari. 
Il convegno intende fornire un duplice contributo: da un lato esplorare gli attuali scenari di sviluppo dei processi di gestione e valorizzazione dei patrimoni immobiliari, urbani e territoriali pubblici, analizzandone e interpretandone i problemi "aperti" e le dinamiche tendenziali. Dall’altro individuare e porre in risalto le esperienze, le proposte ed i progetti più innovativi promossi e sviluppati in partnership tra Enti Pubblici (Amministrazioni Pubbliche centrali e locali ed Enti di Interesse Pubblico) ed operatori privati (imprese di servizi integrati di Property, Facility & Energy Management, di Global Service, di costruzioni, di finanza e gestione immobiliare, ecc.), segnalandoli come "practice" tra gli operatori pubblici e privati e favorendo così la diffusione di una nuova cultura manageriale settoriale.

Nel corso della giornata di lavori saranno presentate alcune esperienze dirette sul campo da parte di Enti Pubblici, selezionate e valutate da una Commissione di esperti come Practice innovative e, in quanto tali, candidate come "nomination" all'assegnazione della 10a edizione del "Premio Best Practice Patrimoni". I parametri sui quali si baserà il giudizio della Commissione riguarderanno l’innovazione tecnica-organizzativa-procedurale, sostenibilità energetico-ambientale, impatto sui cittadini e potenziale trasferibilità, rispetto a due specifici ambiti di applicazione: la gestione e la valorizzazione di patrimoni immobiliari urbani territoriali. 
Nella sessione pomeridiana del Forum, il Workshop Il nuovo codice degli appalti: le innovazioni per il settore dei servizi per i patrimoni pubblici intende approfondire le principali novità per gli appalti di servizi ai patrimoni immobiliari pubblici che emergono dal Nuovo Codice degli Appalti, e segnalare i punti di avanzamento e le criticità su cui continuare a stimolare il Governo per garantire la qualità e la legalità degli stessi appalti, l'efficienza delle stazioni appaltanti, l’equilibrio delle imprese e la tutela dei posti di lavoro in un settore labour intensive per definizione.
Il nuovo codice, in via di approvazione da parte del Governo, è infatti il primo passo cui seguirà un processo di emanazione di regole di soft law che incideranno in maniera specifica nei diversi mercati settoriali. L'auspicio è che nell'ambito del nuovo corpus normativo vedano la luce specifiche e più adeguate norme per gli appalti di servizi, fornendo così concrete risposte ad istanze strategiche di tutti gli operatori pubblici e privati del comparto del facility ed energy management per i patrimoni immobiliari e urbani pubblici.