Pubblicato il 4 marzo 2020

Il Pritzker 2020 a Yvonne Farrell e Shelley McNamara di Grafton Architects

Va alle irlandesi Yvonne Farrell e Shelley McNamara di Grafton Architects il Premio Pritzker 2020, premiate per «l'incessante impegno per l'eccellenza in architettura, il loro atteggiamento responsabile nei confronti dell'ambiente e la loro capacità di essere cosmopoliti mentre accolgono l'unicità di ogni luogo in cui lavorano».
Nel corso di una carriera pluridecennnale Farrell e McNamara hanno disegnato edifici iconici come la Scuola di Economia della Bocconi di Milano (la loro prima commessa internazionale) e nel 2018 hanno curato la Biennale di Architettura di Venezia all'insegna "della generosità di spirito e il senso di umanità che l'architettura colloca al centro della propria agenda, concentrando l'attenzione sulla qualità stessa dello spazio". Le due progettiste vengono premiate, inoltre, per «l'integrità dell'approccio seguito, che si esprime sia attraverso gli edifici che progettano sia nel modo in cui conducono il loro lavoro». Il premio, istituito nel 1979 da Jay Pritzker, imprenditore e filantropo statunitense, fondatore della catena di hotel Hyatt, e da sua moglie Cindy, passa sotto la lente, non solo gli esiti del lavoro, ossia le architetture realizzate, ma anche l'etica, salda, che guida l'operato delle due socie. Molte opere le hanno realizzate in Irlanda, ma grazie ai concorsi hanno esportato la loro progettazione anche in Francia, in Italia e in Perù. Nel curriculum spiccano grandi edifici pubblici, molti commissionati da università. Oltre alla sede della Bocconi, hanno firmato la Scuola di Medicina dell'Università di Limerick (Irlanda). E poi il pluripremiato campus dell'Università di Ingegneria e Tecnologia a Lima (Peru), un edificio brutalista che rimanda al particolare rapporto della città con il Pacifico. La Scuola di Economia dell'Università di Tolosa (Francia), che, con la sua particolare composizione, reinterpreta elementi che racchiudono l'anima della città e la sua storia, come i contrafforti di mattoni, i chiostri e le torri di mattoni e pietra. Di recente hanno consegnato la «Town House», un edificio con funzioni miste per la Kingston University di Londra, dove la facciata arretra rispetto alla griglia strutturale per dar vita ad una soglia permeabile che prepara alla funzione pubblica interna all'edificio. Hanno firmato, inoltre, importati sedi istituzionali, come gli uffici del Dipartimento delle Finanze a Dublino e, sempre nella capitale irlandese, la sede dell'Urban Institute of Ireland. 

«Pioniere in un campo che è stato tradizionalmente, ed è tuttora, dominato dagli uomini, rappresentano anche un faro per gli altri mentre forgiano il loro percorso professionale esemplare», afferma la giuria presieduta da Stephen Breyer, giudice della corte suprema statunitense con uno spiccato interesse per l'architettura. 

Vai alla scheda dello studio di progettazione: GRAFTON ARCHITECTS
Categorie: Architettura