Pubblicato il 31 ottobre 2019

Controsoffitti per la progettazione di spazi per l’apprendimento

Ogni scuola è un universo a sé, un ecosistema indipendente. Come il mondo esterno, anche le scuole sono spesso luoghi sovraffollati, con classi sempre più numerose e una popolazione che tende a distrarsi facilmente, per un uso sempre più intensivo dei social media.
L’impegno richiesto ai docenti per catturare e mantenere l’attenzione degli studenti è notevole, per cui risulta fondamentale creare le migliori condizioni possibili. È proprio in questo contesto che entrano in gioco le caratteristiche fisiche dell’ambiente in cui il corpo docente si trova ad operare. In tal senso, Armstrong Ceiling Solutions – azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di soluzioni complete per controsoffitti acustici – approfondisce di seguito come i controsoffitti possano contribuire a plasmare spazi che favoriscono l’apprendimento, progettandoli secondo specifici principi e considerazioni tecniche.

Fondamenti di acustica
È ampiamente dimostrato come le perfomance acustiche degli ambienti influiscano significativamente sull’apprendimento. Dallo studio di Evans e Maxwell1, condotto su due scuole londinesi si evince, ad esempio, come, per molti studenti, un’acustica scarsa all’interno delle aule possa provocare difficoltà nella comprensione di una parola su quattro. Al fine di garantire la massima intelligibilità, è opportuno scegliere controsoffitti in grado di assicurare un giusto equilibrio tra assorbimento e isolamento acustico, ovvero bilanciare l’attenuazione e la riflessione del suono. Livelli di assorbimento acustico troppo elevati, oltre a minimizzare il rumore presente nell’aula, potrebbero infatti neutralizzare anche la voce del docente, con un conseguente affaticamento vocale e una difficoltà di ascolto e comprensione da parte degli studenti. A tal fine, si può concludere come le aule magne e gli auditorium degli istituti universitari, dove il suono viene correttamente direzionato dalle prime fino alle ultime file, rappresentino un modello ideale da adottare anche nelle scuole.

La luce naturale rende leggero l’apprendere
Secondo uno studio2 gli alunni che frequentano classi con livelli di luce naturale superiori ottengono punteggi dal 7% al 18% più elevati nei test. Ridurre l’impiego di luce artificiale offre dunque notevoli vantaggi in termini di maggiore concentrazione, produttività potenziata e migliori risultati, oltre ad ottimizzare l’efficienza energetica dell’edificio. A tale fine, si consiglia di combinare controsoffitti minerali di colore bianco, connotati da un elevato livello di riflessione, con ampie finestre o vetrate a tutta altezza, sempre in un’ottica di mantenere il miglior bilanciamento. L’eccesso di luce naturale può, infatti, affaticare la vista o dare origine a riflessi e bagliori potenzialmente disturbanti. È pertanto cruciale coniugare riflessione e diffusione della luce, addolcendo la luce diretta.

Design d’ispirazione
L’istruzione è ispirazione e il desiderio di ogni architetto è creare spazi che non distraggano gli studenti, ma li incoraggino ad imparare, pensare in modo creativo e ascoltare attentamente. In particolare, in classi che ospitano alunni con bisogni educativi speciali, è opportuno scegliere controsoffitti il cui design sia tale da non influenzare la condizione degli studenti e inibirne, di conseguenza, l’apprendimento. In tal senso, è importante ridurre al minimo il riverbero, installare i controsoffitti ad un altezza inferiore ai 2,4 metri ed utilizzare finiture di Classe A. Ancora una volta, l’equilibrio tra estetica e funzionalità è la chiave: un design fresco e sobrio facilita il compito di studenti e docenti, mantenendo alta la concentrazione. Fondamentale, inoltre, la scelta dei colori per evitare di influire sulla riflessione della luce.
In questo approfondimento realizzato da Armstrong Ceiling Solutions, sono stati presentati i criteri grazie a cui scegliere controsoffitti e progettare ambienti in grado di contribuire attivamente a migliorare l’apprendimento. Grazie al supporto tecnico di Armstrong Ceiling Solutions, i progettisti saranno in grado di selezionare il controsoffitto più idoneo alle specifiche esigenze, scegliendo tra una vasta gamma di soluzioni. All’interno dell’offerta Armstrong dedicata al settore dell’edilizia scolastica, spiccano, in particolare, Ultima+ OP, Perla OP 1.00 e Sierra OP, controsoffitti in fibra minerale con ottime prestazioni in termini di isolamento e assorbimento, a favore di una migliore acustica, garanzia di benessere e produttività.
Prodotti e tecnologie: ARMSTRONG CEILING SOLUTIONS
Categorie: Aziende