Pubblicato il 23 ottobre 2020

Building inaugura Domus Lascaris e presenta il nuovo cantiere di Uptown Torino

E’ stata inaugurata a Torino Domus Lascaris, rivisitazione di un palazzo razionalista degli anni Cinquanta posto a due passi dall’elegante piazza Solferino, firmato dallo studio Boffa, Petrone &Partners.
Alla cerimonia di inaugurazione è seguita la pedonalizzazione di via Dellala, adiacente a Domus Lascaris. Per l’occasione, Building ha presentato anche il cantiere di Uptown Torino, riconversione della struttura dell’ordine La Salle di Villa San Giuseppe.

Il progetto sul complesso residenziale di Domus Lascaris, tra via Lascaris, via Francesco d’Assisi e via Dellala, è una ridefinizione del modernismo in chiave XXI secolo. Annunciato nel 2018 e avviato l’anno successivo, è stato protagonista lo scorso novembre di una spettacolare installazione dello scultore inglese Richard Wilson, dedicata ai 50 anni del film The Italian Job, realizzata con Artissima. 

Molta attenzione è stata dedicata all’impatto ambientale dell’edificio, improntato a consumi minimi e unità abitative in classe energetica alta. Lo scheletro è rimasto invariato, mentre l’involucro esterno si esprime con un carattere contemporaneo in una composizione armonica di aperture, talvolta aggettanti, talvolta rientrate a loggia, a favore del gioco di luci e ombre negli ambienti interni. 

I lavori sugli esterni e nel design degli interni di Domus Lascaris, sono stati realizzati da BP+P, lo studio di progettazione di Building, guidato dall’Architetto Luca Petrone. Molta cura è stata posta anche nei materiali scelti: la progettazione ha lavorato con grandi marmi di Carrara, essenze pregiate come il rovere, l’olmo, l’iroko e il doussie. Innovazione anche nella domotica, attentissima al comfort energetico e funzionale a gestire gli scenari luminosi in ogni singola stanza, anche da remoto. Gli appartamenti sono 11, con tagli variabili tra i 127 mq e i 247 mq, più due attici. La nuova architettura dialogherà con uno spazio d’arte aperto al pubblico, mentre gli abitanti godranno di una grande area dedicata al wellness, con piscina, spa e una palestra con area fitness.

Il Gruppo Building ha presentato anche il cantiere di Uptown Torino, nuovo progetto accomunato a Domus Lascaris dallo stile architettonico e dall’attenzione posta alla sostenibilità e al green: Uptown è infatti in fase di certificazione CasaClima, a ulteriore riconoscimento dei suoi elevati standard costruttivi. Uptown Torino è la riconversione della struttura dell’Ordine La Salle di Villa San Giuseppe, che dal 1972 ha ospitato studenti universitari: un’esclusiva e moderna terrazza su Torino, inserita nel contesto della precollina, alle spalle della Gran Madre.
I lavori, iniziati nell’estate 2020, porteranno alla realizzazione di un edificio residenziale di 4 piani fuori terra, con numerosi servizi incohousing per gli inquilini (tra cui una social area con cucina e una BBQ area), giardini privati e un orto condominiale, oltre a un campo da calcetto, uno da padel e la palestra con area fitness e percorso sensoriale. 

Con lo sviluppo di questi e altri 12 nuovi cantieri tra Piemonte, Liguria e Lombardia, nel biennio 2020-2022 Building porterà avanti un piano di investimenti per 80 milioni di euro, che da Torino sta spingendo la filosofia abitativa del Gruppo verso nuovi, importanti traguardi. Building è presente infatti anche sulla piazza di Milano con Gate Central, il nuovo progetto di luxuryreal estate di fronte alle Colonne di San Lorenzo, firmato dallo studio di architettura e design Antonio Citterio Patricia Viel. Posto in una delle più prestigiose ed esclusive aree del centro storico della città, Gate Central diventerà una residenza di prestigio, che si contraddistinguerà per design, tecnologia, innovazione e risparmio energetico.

Categorie: Architettura