Pubblicato il 21 gennaio 2020

Bando per la vendita di Scalo Porta Romana entro fine Gennaio 2020

Il bando per la vendita da parte delle Ferrovie dell’ex scalo ferroviario di Porta Romana “è pronto e la settimana prossima, entro il 31 gennaio, lanceremo la manifestazione aperta pubblica trasparente oggettiva e speriamo competitiva”. Lo ha detto l’amministratore delegato e dg di Fs Sistemi Urbani, Umberto Lebruto, a margine di un evento dedicato alla riqualificazione delle sette aree dismesse milanesi.
Non si esclude l’interesse del gruppo Coima, che ha già acquistato una parte dell’ex scalo Farini, e del gruppo americano Hines. L’ex scalo Romana dovrà ospitare il villaggio olimpico per le Olimpiadi invernali di Milano e Cortina del 2026: sarà qui che troveranno alloggio gli atleti, i loro team e i giornalisti di tutto il mondo. I lavori dovrebbero partire nel 2022, e concludersi tra il 2024 e il 2025. Finiti i Giochi invernali, la struttura verrà riconvertita in uno studentato e in alloggi in housing sociale. La valorizzazione del quartiere, nella zona Sud di Milano, fa parte del progetto più ampio di riqualificazione dei 7 ex scali ferroviari della città sulla base di un accordo siglato tre anni fa da Comune, Regione Lombardia e Fs. Le linee guida prevedono che il proprietario, le Ferrovie, venda i terreni ad un operatore che realizzi, sulla base delle indicazioni di Palazzo Marino, alloggi in housing sociale, zone verdi e aree pedonali. La progettazione è in fase già avanzata nell’ex scalo Farini, il più grande dei sette, area in parte acquistata da Coima. E qui ha vinto il concorso per il masterplan il team di Oma e Laboratorio permanente, con “Agenti climatici”, l’idea di un quartiere a impatto zero, in cui il verde serva a rinfrescare le zone limitrofe: ci sarà un parco di oltre 25 ettari, con un percorso che si ricongiungerà con l’ex area dell’Expo, dove sta sorgendo il progetto “Mind”. Ci saranno inoltre mille appartamenti di edilizia residenziale sociale.