Pubblicato il 10 luglio 2019

Architettura, la Capitale si prepara alla settimana «Spam Dreamcity»

Dal 10 al 18 ottobre alla Casa dell'Architettura il festival promosso dall'Ordine con professionisti e studi italiani e internazionali
Gli architetti della provincia di Roma stanno organizzando il Festival dell'Architettura che si svolgerà il prossimo autunno presso la casa dell'Architettura nei pressi di Piazza Vittorio. 
Più precisamente, l'evento, battezzato "Spam - Dreamcity", si terrà dal 10 al 18 ottobre 2019 e vedrà la partecipazione di grandi nomi del panorama nazionale e internazionale dell'architettura. Tra i primi nomi confermati ci sono Mario Bellini, Daniel Libeskind, Massimiliano Fuksas, Manuel Aires Mateus e Rudy Ricciotti. Hanno inoltre confermato la partecipazione i rappresentanti di alcuni grandi studi internazionali che sono stati invitati, tra cui Mvrdv, Mad Architects e UNStudio. Tra gli italiani, ci sarà il curatore del padiglione Italia alla Biennale Architettura 2020 Alessandro Melis. Ovviamente ci saranno anche numerosi progettisti e studi romani. Tra gli altri: Labics, Nemesi, King Roselli Architetti, Insula e Alvisi Kirimoto.

«Spam - spiega Roberto Grio, curatore scientifico dell'iniziativa e consigliere dell'Ordine degli architetti di Roma - nasce con l'intento di riaccendere un faro su Roma, come riferimento per lo sviluppo del pensiero architettonico e delle riflessioni sulla città e sul futuro possibile, attraverso un confronto tra alcuni dei più importanti protagonisti della scena culturale internazionale». Che aggiunge: «A cosa è legato il futuro di una città vivibile? Salute, mobilità sostenibile, alimentazione e ciclo di produzione virtuoso. DreamCity, la città dei sogni, è quella che ancora non esiste ma che l'architetto prova a immaginare sulla base delle istanze di una società in continua trasformazione».

Ciascuna giornata vedrà la mattina dedicata a un focus su tematiche inerenti alla disciplina architettonica (seguito da una tavola rotonda) e il pomeriggio occupato da dialoghi, lectures e confronti a due. Il programma prosegue anche la sera, con una rassegna cinematografica a partire dalle 21:00. Per tutti i nove giorni della manifestazione, 60 studenti e giovani architetti saranno coinvolti in attività laboratoriali con un workshop (su temi di progettazione reali, concordati con il Municipio I del comune di Roma), che vede come tutor Gianluca Peluffo, Manuel Aires Mateus e Orazio Carpenzano.