Pubblicato il 18 novembre 2019

“Architetto italiano 2019” e “Giovane Talento dell’Architettura italiana 2019”

I Premi Architetto Italiano e Giovane Talento dell’Architettura Italiana 2019 sono promossi dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori nell’ambito della Festa dell’Architetto 2019, con la rete degli Ordini territoriali degli Architetti PPC. I Premi sono rivolti a professionisti singoli o associati che saranno valutati sulla base dell’apporto alla disciplina, sostanziato da realizzazioni che abbiano contribuito a trasformare, promuovere, diffondere e salvaguardare la cultura, il territorio e l’innovazione architettonica.
Quest’anno  vincono lo studio Bergmeisterwolf architekten di Gerd Bergmeister e Michaela Wolf e BDR Bureau di Alberto Bottero e Simona Della Rocca. Lo studio Bergmeisterwolf architekten di Gerd Bergmeister e Michaela Wolf e BDR Bureau di Alberto Bottero e Simona Della Rocca sono i vincitori, rispettivamente, dei Premi “Architetto italiano 2019” e “Giovane Talento dell’Architettura italiana 2019”. Per il primo, ad essere premiato è stato il progetto dell’Hotel Belvedere, a San Genesio (Bolzano) che, secondo la giuria presieduta da Winy Maas, fondatore dello studio MVRDV “risponde al contesto con attenzione ai materiali e con una audace soluzione formale”. Per il secondo, la giuria ha scelto il progetto di ristrutturazione della Scuola Enrico Fermi, a Torino, che, come si legge nelle motivazioni “è attento alle necessità dei fruitori e si caratterizza per la grande eleganza in un progetto gioioso”.  Sono state anche attribuite una serie di Menzioni: per la categoria “Opere di Allestimento o di Interni” allo studio Gnomone - di Federica Andreoni, Mattia Biagi, Annachiara Bonora, Valerio Socciarelli - per il Progetto “Terre in Movimento” al quale ha partecipato allestendo gli spazi della Chiesa di San Gregorio Illuminatore di Ancona; per la categoria “Opere in Spazi Aperti, Infrastrutture, Paesaggio” a Stifter + Bachmann per “Il rifugio al Sasso Nero” a San Giovanni (Bolzano); la Menzione per la categorie “Opere di design” - entrata tra i Premi dall’edizione 2018 - è andata a Giovanni Fava per l’ Air Purifier, “oggetto innovativo che esalta il benessere nelle nostre case”.  Al vincitore del Premio “Architetto italiano 2019” - lo studio Bergmeisterwolf - è andata anche la Menzione per la categoria “Opere di nuova costruzione”; al “Giovane Talento dell’Architettura italiana 2019” quella per la categoria “ Opere di Restauro o Recupero”. La Festa dell'Architetto si svolge nel contesto della Biennale Arte 2019 che sarà possibile visitare al termine dei lavori. 
Categorie: Eventi | Architettura