Pubblicato il 12 maggio 2020

Approvate le linee guida per la sicurezza dei ponti

Le nuove norme, approvate dal Ministero dei Trasporti, saranno ora oggetto di applicazione sperimentale della durata di 12-18 mesi, in relazione al sistema di monitoraggio anche dinamico dei ponti e viadotti.
L’Assemblea generale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici (CSLP) ha approvato le Linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza ed il monitoraggio dei ponti esistenti. Predisposte dal Gruppo di lavoro istituito ad hoc presso lo stesso Consiglio Superiore, le linee guida saranno oggetto di una applicazione sperimentale in relazione al sistema di monitoraggio anche dinamico dei ponti e viadotti. All'esito di tale sperimentazione, che avverrà sotto la guida dello stesso Consiglio Superiore, le Linee guida potranno fornire uno strumento avanzato, univoco ed uniforme per tutti i gestori sul territorio nazionale che, superando il concetto del semplice censimento dei ponti esistenti, consentirà la determinazione di una “classe di attenzione” per la gestione del rischio e la verifica di sicurezza delle infrastrutture. Da subito le Linee guida costituiranno, inoltre, il riferimento per l'adozione, da parte di ANAS e dei concessionari autostradali, delle azioni da porre in essere in ordine all'approfondimento e alla frequenza delle ispezioni, alla programmazione temporale degli interventi nonché agli eventuali provvedimenti di limitazioni del traffico. 


Le linee guida sono suddivise in tre parti:
1. classificazione e gestione del rischio;
2. valutazione della sicurezza;
3. monitoraggio.

La metodologia prevede 5 livelli che di seguito vengono sinteticamente descritti:
• Livello 0 – censimento;
• Livello 1 – ispezioni visive dirette e primo rilievo della struttura e delle caratteristiche geo-morfologiche, idrologiche ed idrauliche dell’area;
• Livello 2 – consente di giungere alla classe di attenzione (rischio potenziale su parametri di pericolosità, vulnerabilità ed esposizione);
• Livello 3 – esecuzione di valutazioni preliminari;
• Livello 4 – esecuzione di valutazioni accurate (secondo le Norme Tecniche per le Costruzioni);
• Livello 5 – tale livello non è trattato esplicitamente nelle linee guida perché da applicarsi ai ponti considerati di rilevanza strategica ai fini di garantire i collegamenti essenziali nell’ambito della rete stradale. 

Categorie: Professione