STAZIONE ALTA VELOCITÀ NAPOLI-AFRAGOLA

Città: NAPOLI
Nazione: ITALIA
Tipologia: INFRASTRUTTURE
Progettista Architettonico: ZAHA HADID ARCHITECTS
Date: 2017
La prima fase di realizzazione della Stazione di Napoli Afragola – il nuovo portale per il Sud Italia – è stata inaugurata dal Primo Ministro Paolo Gentiloni. La nuova stazione ferroviaria di Napoli Afragola è progettata per essere una delle stazioni chiave di interscambio nel sud Italia alla congiunzione di quattro linee intercity ad alta velocità, tre linee interregionali e una linea per i pendolari locali. Oltre ai servizi ferroviari ad alta velocità che collegano Bari e Reggio Calabria con il nord dell’Italia e l’Europa, entro il 2022 nuove infrastrutture ferroviarie faranno di Napoli Afragola un vero e proprio fulcro a servizio dell’intera regione Campania, integrando l’estensione meridionale delle linee italiane ad alta velocità con la linea Napoli Cancello e quella locale della Circumvesuviana. Situata in quest’importante punto di giunzione, Napoli Afragola collega i 15 milioni di abitanti di Campania, Puglia, Molise, Calabria e Sicilia nell’Italia meridionale con la rete ferrovia nazionale del nord e del resto d’Europa. Consente inoltre a beni e passeggeri provenienti dall’Europa e dal nord Italia l’accesso ai porti meridionali di Gioia Tauro, Taranto, Bari, Brindisi, Palermo e Augusta. Progettata per essere un ponte pubblico urbanizzato che connette le comunità ai due lati della ferrovia, la stazione si sviluppa seguendo gli andamenti circolari dei passaggi pedonali, minimizzando le distanze per chi parte e arriva a Napoli Afragola e per i passeggeri che effettuano cambi treno. Il progetto estende lo spazio pedonale sopra gli otto binari così ampiamente che questo passaggio diventa l’atrio principale della stazione – un ponte che ospita tutti i servizi e le strutture per la partenza, l’arrivo e l’incontro dei passeggeri, con accesso diretto a tutte le banchine sottostanti Sono gli stessi percorsi dei passeggeri ad aver determinato la geometria degli spazi interni. Ampie vetrate su entrambe le estremità della stazione accolgono e guidano i visitatori verso i piani superiori, zone pubbliche delimitate da negozi ed altri servizi. I visitatori che giungono da ogni lato della stazione si incontrano in un atrio centrale sul quale si affacciano bar e ristoranti. Questo atrio centrale al di sopra dei binari ferroviari costituisce un nuovo spazio pubblico utile e necessario per Afragola e allo stesso tempo un’area per la discesa dei passeggeri verso le banchine. La stazione è stata costruita come una base di cemento rinforzato che supporta l’atrio superiore fatto da costoloni di acciaio placcato Corian, con tetto vetrato. Il cemento utilizzato all’interno della stazione è uno specifico composto che garantisce ottime performance, con elementi strutturali cementificati curvilinei costruiti utilizzando tecnologie che sono state sviluppate inizialmente per la costruzione del Museo MAXXI a Roma: la cassaforma lignea è stata sostituita da unità prefabbricate in acciaio e doppie curve realizzate con una cassaforma creata a partire da modelli in polistirolo fresato CNC. I pannelli solari incorporati nel tetto, insieme alla luce naturale e alla ventilazione così come i sistemi di raffrescamento/riscaldamento permetteranno alla stazione di minimizzare il consumo energetico. Pubblicato su Modulo 408/2017 Crediti fotografici: Jacopo Splimbergo
Post correlati