Al via la nuova stazione Napoli Afragola di Zaha Hadid Architects

Sarà operativa dal prossimo 11 giugno, data a partire dalla quale 36 treni dell'Alta velocità vi faranno scalo ogni giorno. E' stata inaugurata dal premier Paolo Gentiloni la nuova stazione Napoli-Afragola, un volume-ponte che scavalca i binari con le sue linee sinuose di cemento, progettato dall'architetto Zaha Hadid, scomparsa il 31 marzo dello scorso anno. 
Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha inaugurato la nuova stazione insieme al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, il presidente e l'ad di Fs Italiane, Gioia Ghezzi e Renato Mazzoncini. L'investimento economico per l'appalto relativo a questa fase è di 60 milioni di euro. "Questa inaugurazione - ha sottolineato Gentiloni - è carica di simboli e il primo è che diamo il messaggio di essere un Paese che rialza la testa". Delrio ha parlato di grande opera compiuta: "Rischiava di essere una grande incompiuta e invece diventerà un simbolo di speranza". Rappresenta "un'opportunità grandissima", ha rimarcato Ghezzi. E' "un avamposto anche sociale che serve per unire il territorio", ha detto Mazzoncini assicurando che "avanzeremo velocemente al Sud".
Il corpo centrale della stazione - nata da un concorso internazionale del 2003 - è lungo 400 metri e scavalca i binari come un grande ponte, sviluppandosi su una superficie di 30mila metri quadrati su 4 livelli: il primo dedicato alla circolazione ferroviaria, il secondo ospita biglietterie e servizi per i viaggiatori, il terzo e il quarto livello dedicati i servizi commerciali, che saranno aperti progressivamente.