MASDAR INSTITUTE

Città: ABU DHABI
Nazione: EMIRATI ARABI UNITI
Tipologia: ISTRUZIONE
Progettista Architettonico: FOSTER + PARTNERS
Date: 2015
Il Masdar Institue è la prima parte del più ampio master plan Masdar City. L'istituto rappresenta concretamente i principi e gli obiettivi del Masdar per creare un prototipo di città sostenibile ed è il primo edificio del suo genere ad essere alimentato interamente da energia solare rinnovabile. Il progetto comprende una serie di strategie ambientali passive e attive e sarà utilizzato come banco di prova per le tecnologie sostenibili che saranno esplorate per l'attuazione negli edifici futuri di Masdar City. Le residenze e laboratori dell'Istituto sono orientati per ombreggiare sia gli edifici adiacenti sia le strade pedonali e le facciate sono auto-ombreggiate. Oltre 5.000 metri quadrati di impianti fotovoltaici montati sul tetto forniscono potenza e protezione ulteriore dal sole diretto. Un campo solare da 10 megawatt all'interno del sito master plan fornisce oltre il 60% di energia consumata dal Masdar Institue, che può essere ricondotta alla rete elettrica di Abu Dhabi. Il campus utilizzerà anche significativamente meno energia e acqua rispetto ai moderni edifici negli Emirati Arabi Uniti. Le facciate del laboratorio sono formate da cuscini ETFE gonfiabili altamente isolanti, che rimangono freschi al tatto sotto il sole intenso del deserto. Le correnti d'aria di raffreddamento sono dirette attraverso gli spazi pubblici utilizzando un'interpretazione contemporanea delle tradizionali torri eoliche della regione, e il verde del paesaggio e l'acqua forniscono il raffreddamento evaporativo. I laboratori e le residenze sono sostenuti da una serie di spazi sociali, tra cui una palestra, una mensa, una caffetteria, un centro di conoscenza, un luogo di incontro (majlis) e aree paesaggistiche che estendono il territorio cittadino. Gli appartamenti ad una, due e tre camere da letto sono ospitati in blocchi di bassa altezza ma ad alta densità. Le finestre negli edifici residenziali sono protette da una reinterpretazione contemporanea della mashrabiya, costruita con cemento rinforzato in modo sostenibile e colorato con sabbia locale per integrarsi con il suo contesto e minimizzare la manutenzione. Le perforazioni per la luce e l'ombra si basano sui modelli che si trovano nell'architettura tradizionale islamica. Crediti fotografici: Foster + Partners.