TAMEDIA OFFICE BUILDING

Shigeru Ban ha realizzato per il gruppo media Tamedia il suo primo edificio in Svizzera: una nuova sorprendente struttura in legno in cui si rinnova la collaborazione con il luminare svizzero per le costruzioni in legno Hermann Blumer.
Città: ZURIGO
Nazione: SVIZZERA
Tipologia: EDIFICI PER UFFICI
Progettista Architettonico: SHIGERU BAN ARCHITECTS
Date: 2013
L’edificio per uffici di cinque piani offre delle postazioni di lavoro dotate tutte della stessa elevata qualità per i circa 480 dipendenti del gruppo media Tamedia, una compagnia svizzera leader nel settore media. Precedentemente gli uffici erano dislocati in più siti. L’unificazione nell’area Werd sottolinea la sua leadership come area di primaria importanza per i Media svizzeri. 
Con il suo volume, il nuovo edificio si inserisce come isolato d’angolo e si allinea alle altezze degli edifici adiacenti preesistenti. Anche la realizzazione di una copertura mansardata e di un piano terra più alto riprende le caratteristiche architettoniche del quartiere. 
Shigeru Ban è noto per la combinazione di sistemi costruttivi tradizionali giapponesi con l'architettura moderna. Proprio come l'arte giapponese di carpenteria, è basata sulla elevata precisione dimensionale ed è caratterizzata da connessioni in legno senza l’utilizzo di altri materiali, in questo esempio è utilizzata una struttura costruttiva in grado di funzionare senza colla o rinforzi supplementari in acciaio. 
Un totale di 2000 metri cubi di legno di abete rosso dalla Stiria, in forma di elementi prefabbricati fresati con precisione millimetrica, sono stati assemblati in loco. A causa dei requisiti necessari per la protezione antincendio non è stato possibile un dimensionamento ulteriormente ridotto dei singoli componenti. Affinché il nucleo portante non venga danneggiato in caso di incendio, infatti, tutte le travi ed i pilastri sono stati sovradimensionati. 
Con l’innovativo edificio progettato da Shigeru Ban, il gruppo media Tamedia intende dare un contributo duraturo all’architettura della città di Zurigo. Una doppia facciata svolge una funzione di buffer climatico, sistema di ventilazione naturale e spazio per sale riunioni e lounge che possono essere aperte verso il fiume. L’edificio potrà essere gestito senza comportare emissioni di CO2 o l’utilizzo di energia nucleare. Grazie all’utilizzo di un innovativo sistema di riscaldamento e raffrescamento che utilizzerà le acque di falda non sarà necessario ricorrere a combustibili fossili. 

Crediti fotografici: Didier Boy de la Tour.