Produttore: AERTETTO
Data di realizzazione: 2015

Villa Zamboni - Valeggio sul Mincio (Verona)

Un edificio lasciato per troppi anni in stato di abbandono, una struttura che necessita di importanti interventi di recupero e consolidamento, oltre che un punto di riferimento di carattere storico-culturale per il territorio, è stato finalmente recuperato e restaurato in modo conservativo.
La villa, prima un edificio dominicale e poi ampliato nel 700, passa due secoli più tardi, a Gustavo Zamboni, Ingegnere e Sindaco di Valeggio sul Mincio, il quale lasciò la villa al comune per essere destinata all’assistenza dei bambini e delle madri. Proprio per seguire questa “vocazione” l’edificio fu trasformato nel 1972 in asilo statale fino al 2003.

La trasformazione degli anni settanta portò a cambiamenti negli interni e alla perdita di numerose decorazioni interne: perciò si è deciso di recuperare l'edificio, ripristinando la sua conformazione e l'apparato iconografico a prima del 1972.

L'intervento:
Inoltre, sono stati apportati consolidamenti strutturali e interventi di protezione dall'acqua, soprattutto in copertura.

La camera di ventilazione di 600 cm2/m, è stata realizzata con supporti-distanziatori (i piedini AERcoppo®) che vanno inseriti sul retro di ogni coppo di canale; si crea in questo modo un’intercapedine (o camera di ventilazione) che separa nettamente il manto di copertura in coppi dalla struttura sottostante.
AERcoppo® consente l’ingresso dell’aria, a livello della grondaia, di elevata superficie (400 cm2/m), mantiene costante la sezione dell’intercapedine agevolando l’attivazione di moti convettivi ascensionali che sottraggono gran parte del calore, che altrimenti si trasmetterebbe agli strati sottostanti; permette quindi il contatto diretto tra i coppi e la camera di ventilazione per sfruttare il rapido riscaldamento dell’aria sottocoppo e accentuarne la velocità di deflusso attraverso l’AERcolmo® di ventilazione.

Così l’archtitetto Ferrarin sull'uso delle soluzioni Aertetto: “Le caratteristiche tecniche del sistema AERcoppo®, come la leggerezza unita alla grande resistenza dei supporti, ci hanno permesso di non intervenire sulla struttura sottostante mantenendo l’assetto originale. La reversibilità del sistema è stato un plus fondamentale che abbiamo valutato in sede di progetto: poter intervenire facilmente con eventuali modifiche al manto di copertura è un aspetto che volevamo ottenere”.

Il fissaggio dei coppi di canale e di coperta, tramite la catenaria costituita dalle staffe dei piedini AERcoppo® e dai ganci metallici G9, non necessita di chiodatura, impiego di collanti, listoni trasversali od altro ed impedisce lo scivolamento dei coppi causato da forti venti e/o vibrazioni. Ogni coppo di canale è rialzato per formare una camera di ventilazione senza nessun ostacolo alla salita dell’aria calda verso il colmo di ventilazione. Un rialzo di pochi centimetri della copertura del tutto accettabile, perché ai vantaggi dell’aerazione associa una modifica dell’altezza non avvertibile dall’osservazione dei prospetti.
Tipologia: RESIDENZA