Ristorante Enigma - Barcellona, Spagna

ENIGMA è il progetto più ambizioso che NEOLITH ha realizzato fino ad oggi, in collaborazione con lo studio RCR Arquitectes / P.Llimona
La storia di ENIGMA comincia con il sogno del celebre chef catalano Albert Adrià di dar vita a un progetto che riflettesse il suo stile gastronomico e la sua carriera. La sua visione prese forma quando i vincitori del Premio Pritzker del 2017 (in collaborazione speciale con lo studio Sánchez Guisado Arquitectos) produssero una bozza della loro idea in un disegno ad acquerello e decisero di dargli vita utilizzando la Pietra Sinterizzata NEOLITH. 
Gli affascinanti interni del ristorante ENIGMA sono stati creati attraverso una collaborazione incredibilmente stretta e creativa, associata all'esperienza e al know-how tecnico di NEOLITH. Dopo aver lavorato alla proposta di progetto per tre anni, Adrià voleva avere la garanzia che il suo appassionante progetto raggiungesse un perfetto risultato, creando un ambiente che avvolgesse nell'incantesimo i suoi ospiti. 
Il momento cruciale, per quel che concerne il design di interni, è giunto quando lo studio RCR Arquitectes/ P.Llimona disegnò un acquerello su 3 fogli differenti, tutti in formato A2. Questo disegno doveva essere precisamente riprodotto da TheSize in formato grande per trasferirlo sulla lastra di Neolith, in modo da replicare il disegno ad acquerello che infine avrebbe occupato l'intera superficie del pavimento del ristorante. Per NEOLITH si è trattato di un progetto di una complessità tecnica senza precedenti che ha segnato un prima e un dopo nella storia dell'azienda. 
Carlos Garcia, Designer di Prodotto di NEOLITH, spiega: “Dovevamo ingrandire il disegno originale ma sempre cercando di non perdere la qualità della definizione presentata dal disegno originale. Ogni pixel equivaleva a due metri del pavimento finale”. Attraverso il proprio dipartimento di Ricerca e Sviluppo, NEOLITH ha sviluppato la tecnologia per riprodurre il disegno sulle lastre, dando vita a una replica perfetta. Raggiunto questo primo obiettivo, si trattava a questo punto di far coincidere il colore esatto con quello originale dalle tonalità verdastre e bluastre, insolite nella produzione delle Pietre Sinterizzate. L'intensità dei colori doveva combinarsi con il resto dei materiali e delle decorazioni del ristorante per ottenere un ambiente unificato in cui i commensali venissero totalmente immersi. 
Utilizzando la tecnologia di decorazione e stampa NDD (Neolith Digital Design) NEOLITH si è riusciti a rispettare pienamente il disegno originale proposto dagli architetti. Oltre al colore, gli architetti volevano che tutte le lastre avessero una consistenza irregolare, per cui si è optato per la finitura Riverwashed che presenta una texture rugosa al tatto ed elevato rilievo e profondità; tuttavia bisognava anche dotare la lastra di una leggera brillantezza. Per la prima volta NEOLITH ha combinato entrambi gli effetti in un unico modello, superando questa nuova sfida che incrementava ulteriormente la complessità tecnica del design finale. “Neolith è un materiale contemporaneo dalle molteplici proprietà. Siamo rimasti talmente sorpresi dalle sue possibilità che ora lo stiamo utilizzando per altri progetti”, dichiara lo studio RCR Arquitectes/ P.Llimona. 
 Il pavimento del ristorante presentava le problematiche più importanti a causa del disegno disomogeneo; ciascuna lastra del pavimento del ristorante è infatti unica e differente da qualsiasi altra, per arrivare a rappresentare il disegno dell'acquerello su tutto il pavimento del ristorante si è reso quindi necessario innestare le lastre tra loro come se si trattasse di ricostruire un puzzle. NEOLITH ha raggiunto l'obiettivo, posando inizialmente l'intero pavimento nel proprio stabilimento e scattando delle foto aeree con un drone; in questo modo si è ottenuta una prospettiva completa del disegno dall'alto che ha permesso di accertarsi che non ci fossero errori, o che i singoli pezzi presentassero tonalità differenti. Il progetto dello studio RCR Arquitectes/ P.Llimona prevedeva uno spazio organico pieno di curve e corridoi stretti che richiedeva il taglio delle lastre in sei pezzi di dimensioni inferiori, dove la lastra più piccola era larga soli 3 cm. La precisione assoluta è stato l'elemento-chiave per garantire la continuità del disegno ad acquerello. Prendendo come ispirazione una mappa del disegno, è stato applicato un sistema di coordinate e ciascun pezzo è stato etichettato con denominazione unica, in modo da conoscerne la posizione esatta del progetto. Ciò ha permesso ai posatori che hanno lavorato nel ristorante stesso di collocare ciascuno degli elementi che costituivano gli interni come se si trattasse di un puzzle. 
 Albert Adrià, lo studio RCR Arquitectes e NEOLITH hanno ricevuto in varie e numerose occasioni importanti premi, nell'ambito dei rispettivi settori industriali. Dalla loro collaborazione è scaturito un progetto autenticamente spettacolare in termini di design, qualità del materiale, gastronomia e anche, sorprendentemente, di moda. A completamento della messa in scena, il personale di ENIGMA indossa uniformi egualmente disegnate dallo studio RCR Arquitectes/ P.Llimona. ENIGMA è un'autentica fonte di infinite sorprese. “Ci piace l'idea che sia un Enigma, che sia difficile da spiegare. È uno spazio avvolgente che si fonde, che scompare, quasi un labirinto. Tra materialità e conformazione, lungo il percorso si viene a creare tutta una serie di movimenti organici a cui non siamo abituati. Ombre, trasparenze, una presenza acquosa, nebulose”, lo studio RCR Arquitectes/ P.Llimona descrive così questo progetto.
Città: Barcellona
Tipologia: OSPITALITA'