Produttore: ECLISSE
Data di realizzazione: 2014

Fondazione Lukas Koch - San Juan (Alicante), Spagna

La Fondazione prende il nome da Lukas, un ragazzo affetto da una patologia mitocondriale. Costretto su una sedia a rotelle, Lukas non parla e non si muove autonomamente, rischiando di isolare sé e la sua famiglia dal resto del mondo.
La Fondazione Lukas Koch nasce come progetto pilota della volontà do creare un residence in grado di assistere e migliorare la qualità della vita di quei soggetti che, come Lukas, hanno ridotte abilità psicomotorie.
L’edificio è stato costruito nel 2014 per esser sostenibile e energicamente sufficiente all’85%. Il campo fotovoltaico sul tetto riduce al minimo l’utilizzo di fonti energetiche fossili e l’impianto di recupero dell’acqua piovana consente l’irrigazione del giardino. L’involucro edilizio è isolato e gli apporti solari massimizzati da vetrate di dimensioni extra large. La Fondazione si articola su un unico livello con al centro un piccolo giardino interno. Il patio è stato studiato dall’architetto paesaggista Elena Guembe, volontaria della fondazione. In questo spazio gli ospiti possono muoversi agevolmente lungo un percorso con pavimentazione studiata per facilitare il passaggio delle sedie a rotelle.
Le zone d’ombra offrono zone di ristoro dove fermarsi, aree gioco e una pista per bocce. Il giardino sensoriale invece è pensato per stimolare gusto e olfatto attraverso erbe aromatiche e piante da frutta di Alicante. Il centro si suddivide in due aree separate: una zona aperta a tutti con desk accoglienza, uffici e spazi attrezzati per le sedute di fisioterapia, uno studio per il personale e un salone separato da un vetro oscurato da un lato dove hanno luogo gli incontro con psicologi e che permette ai familiari e agli studenti di assistere alle sedute senza essere visti. L’area terapeutica è pensata per accogliere bambini, adolescenti e adulti e comprende una stanza con giochi, un’area per le sedute di fisioterapia, uno studio per il personale e un salone separato da un vetro oscurato da un lato dove hanno luogo gli incontro con gli psicologi e che permette ai familiari e agli studenti di assistere alle sedute senza essere visti.
L’altra zona è riservata ai residenti ed è stata progettata come un appartamento con sette camere da letto, bagni, aree comuni con cucina sala da pranzo, salone e stanza sensoriale. Il centro si ispira al modello olandese delle case tutelate, ribattezzata dalla Fondazione Lukas come “casa hogar” , ovvero un ambiente dove ognuno ha la possibilità di rendersi indipendente dalla propria famiglia e libero di vivere dignitosamente in una comunità.
Per quanto riguarda la progettazione, le porte scorrevoli a scomparsa hanno risolto l’ingombro dell’apertura delle normali porte a battente. In questo modo risultano facilitati gli spostamenti di anziani e persone diversamente abili. I pannelli porta, scomparendo all’interno del muro, non intralciano il passaggio delle sedie a rotelle.
All’interno della struttura Lukas Koch sono stati installati complessivamente oltre 30 sistemi scorrevoli a scomparsa. Sono stati installati anche 11 modelli Eclisse Hoist, sistema che consente il passaggio di dispositivi idonei a sollevare e movimentare una persona. In particolare, tre sistemi Eclisse Hoist sono collocati nell’area fisioterapia nella versione a tutta altezza.
L’apertura per accedere alla piscina è particolarmente ampia, coprendo una luce di passaggio pari a 1745 mm x 2900 mm. Il sistema di sollevamento motorizzato installato a soffitto permette di spostare gli ospiti da una zona all’altra. In questo modo possono raggiungere facilmente la piscina e infine calati in acqua. Per mantenere la temperatura della piscina costante, l’ambiente può esser isolato e la porta scorrevole richiusa facilmente.
Tipologia: SANITÀ