VIA W 57

Il progetto, che ha inaugurato l’arrivo di BIG a New York, è un ibrido tra l’edificio a corte appartenente alla tradizione europea, e il grattacielo americano.
Città: NEW YORK
Nazione: STATI UNITI D'AMERICA
Tipologia: MIXED USE
Progettista Architettonico: BIG - BJARKE INGELS GROUP
Date: 2016
Il Via W 57 riesce, grazie alla sua forma unica, a combinare i benefici di entrambe le tipologie: la compattezza e l’alta densità dell’edificio alto, il benessere e il senso di intimità dato da una corte interna.  
L’edificio si presenta quindi con tre lati molto bassi e un quarto, quello nord-est, alto 467 piedi che danno vita ad una corte affacciata sul fiume Hudson. In questo modo si è data aria ad un edificio estremamente compatto come il grattacielo. 
L’edificio con la sua forma dinamica assume connotazioni sempre diverse che cambiano in base al punto di vista. Appare come una piramide da West- Side- Highway, mentre si trasforma in una scenica guglia di vetro dalla 58th Street. Anche in questo caso Big, che porta un pizzico di Copenaghen in tutto il mondo, tratta la corte interna come una vera e propria oasi urbana, visibile dalla strada, a cui si accede dall’Hudson River Park della 57th Street. 
La facciata, trattata come vera e propria pelle, è l’elemento di raccordo tra la parte bassa a sud e il grattacielo residenziale a nord. L’effetto è quello di un grande tetto spiovente, costruito da una superficie materica semplice, che si perfora in corrispondenza delle terrazze, tutte rivolte verso sud, capaci di rendere possibile un’interazione tra residenti e passanti.

Crediti fotografici: Iwan Baan.