VIA FATEBENEFRATELLI 14

Lombardini22 ha completato il progetto di ristrutturazione e di destinazione d’uso dell’edificio situato in via Fatebenefratelli 14 a Milano.
Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Tipologia: EDIFICI PER UFFICI
Progettista Architettonico: LOMBARDINI22
Date: 2017
La progettazione si è concentrata sostanzialmente su due punti fondamentali: il primo che riguarda la ricostruzione filologica delle caratteristiche esistenti dell’oggetto architettonico originario; il secondo, invece, che riguarda la volontà di introdurre elementi innovativi indispensabili all’aggiornamento tecnico-funzionale e al rinnovato ruolo dell’edificio nel contesto urbano. 
L’edificio, costruito negli anni Quaranta e alto 6 piani fuori terra con il caratteristico piano rialzato su strada e un volume in copertura con loggiato in cortina, ha visto una recente trasformazione d’uso da residenziale a terziario uffici.  
Il progetto ha riguardato il ridisegno dell’entrata su via Fatebenefratelli, unico ingresso piuttosto anonimo dell’edificio, dove, con l’aggiunta di nuove vetrine utili a dare profondità, sono stati enfatizzati i segni qualificanti del disegno originale. 
L’ingresso principale, che ha permesso all’edificio di avere un nuovo ruolo all’interno del tessuto urbano, ha portato alla definizione di un secondo importante ingresso su via dell’Annunciata, dove le finestre al piano rialzato sono state ampliate per ottenere due importanti vetrate. 
Al fine di trasformare l’edificio nelle sue dimensioni e amplificare la sua presenza scenica sulla cortina edilizia è stata demolita su entrambe le vie la prima linea di balconi che altrimenti avrebbe rimandato a una scala domestica e residenziale. 
La demolizione di tutti i tramezzi ai piani e il rinnovamento della copertura con elementi in acciaio, legno e vetro hanno determinato un generale alleggerimento della struttura. 
La riqualificazione energetica dell’edificio è stato il primo obiettivo della proprietà che intendeva riposizionare l’immobile sul mercato con nuove performance energetiche adeguate alle recenti normative oltre che con una nuova immagine architettonica. 
Si è scelto, quindi, di adottare il protocollo LEED Building Design and Construction – Core & Shell, ed.2009 con l’obiettivo di raggiungere il livello di certificazione Gold che ha permesso poi all’edificio di ottenere il livello di certificazione Platinum. 
Inoltre, l’intero progetto è stato sviluppato con procedure BIM (Building Information Modelling/Management) che hanno consentito di limitare la necessità di varianti in corso d’opera durante le fasi realizzative, con notevoli vantaggi sul controllo del budget. 

Crediti fotografici: Lombardini22
Post correlati