URBAN COLLAGE

Nazione: FRANCIA
Tipologia: RESIDENZA
Progettista Architettonico: MAISON ÉDOUARD FRANÇOIS
Date: 2012
Sostenibilità intesa non solo in senso energetico, ma anche di rispetto dei luoghi e della memoria. Sostenibilità intesa come mediazione tra l’esistente e il nuovo. Sostenibilità nell’ambito residenziale che esige un linguaggio architettonico «friendly». L’intervento si inserisce nell’ambito di una riqualificazion urbana intrapresa nel 2010 a Champigny sur Marne, all’interno di un contesto edificato negli anni ’70: un distretto residenziale costellato di un’edilizia massiva a più piani, nelle vicinanza del centro storico della cittadina. Destinato ad ospitare e ad introdurre nell’area una mixitè inedita di servizi, l’intervento si pone come organismo complesso, generato dalla sovrapposizione degli elementi tradizionalmente presenti nel luogo. L’edificio diviene una sommatoria di tipologie abitative: dalle case a schiera in linea su strada, al condominio anonimo nella porzione superiore sino alle ville singole che coronano il comparto sulla copertura. La composizione eccentrica delle parti ha determinato la necessità di una notevole attenzione per gli elementi della maglia strutturale.  Oltre all’inserimento di numerosi negozi al dettaglio, la percezione di centralità di questo progetto è rafforzata dalle sue linee prospettiche, dai vicoli che si insinuano all’interno del lotto. Ogni tipologia conserva una propria identità formale. Anche gli accessi dall’esterno alle singole unità sono indipendenti, nel caso dei piani superiori risolto con scale esterne in legno. Per ridurre il consumo di energia, favorendo la connessione tra residenze e natura sonos tate privilegiate la geotermia e i pannelli solari per il riscaldamento dell'acqua e sono state create aree di raccolta dell'acqua piovana per il mantenimento del verde.

Di Erica Ventrella
Pubblicato su Modulo n. 383 aprile/maggio 2013