UFFICI SOCIETA' DI INGEGNERIA TIFS

Città: PADOVA
Nazione: ITALIA
Tipologia: EDIFICI PER UFFICI
Progettista Architettonico: STUDIO ARCHITETTI MAR
Date: 2004
L’idea della dinamicità dell’azienda, di cui l’edificio è la nuova sede, si è tradotta in un volume architettonico con particolare morfologia, un guscio aperto, una spirale sottolineata dall’articolazione dinamica degli spazi di accoglienza, dai contrasti cromatici tra esterno ed interno dei materiali e dall’uso della luce naturale ed artificiale, in una diversa lettura dell’edificio tra il giorno e la notte. Costituito da tre piani fuori terra ed un interrato, caratterizzato da un impianto a forma compatta, ha una struttura tripartita in tutti i suoi livelli. Nel lato est, da cui si accede, la prima zona è aperta al pubblico e costituita dall’atrio a tripla altezza su cui si affacciano i ballatoi distributivi del primo e del secondo piano. Nella parte centrale dell’edificio, a tutti i livelli, si trova una zona filtro con alcune salette riunioni per accogliere gli ospiti. La terza zona, più prettamente operativa, è adibita ad uffici open space al primo e secondo livello e a studi della dirigenza al terzo. Il raggiungimento di un elevato comfort ambientale, acustico, termo-igrometrico, percettivo e la costruzione di un edificio a basso impatto energetico sono stati tra i principali obiettivi. La matrice ingegneristica della committenza ha favorito la sperimentazione di sistemi tecnologici innovativi con integrazione tra involucro ed impianti, tra sistemi di illuminazione naturale ed artificiale, dando vita ad un laboratorio sperimentale in scala 1:1. In relazione all’orientamento ed al soleggiamento delle facciate sono state adottate le tecnologie più performanti (parete ventilata per il lato ovest; doppia pelle con un impianto di schermatura orientabile per il prospetto sud; particolari lamelle riflettenti nel vetrocamera del lucernario nel prospetto est, per impedire la radiazione solare diretta). Una particolare attenzione è stata dedicata all'impianto di riscaldamento-raffrescamento, con l’uso di pannelli radianti ad elevata inerzia termica -annegati nei solai- e di sonde geotermiche per il pre-riscaldamento-raffrescamento dell’acqua dell’impianto. La struttura dell’edificio è in acciaio e calcestruzzo. Quest’ultimo favorisce l’accumulo termico dei solai intermedi. La copertura è costituita da struttura in carpenteria metallica, rivestimento in zinco-titanio e da isolante in vetro cellulare. Nell’atrio la lamiera grecata è microforata con riempimento in fibra poliestre fonoassorbente per consentire un buon comfort acustico nella tripla altezza. La creazione di un’illuminazione omogenea si è ottenuta principalmente grazie all’utilizzo del vetro per le due grandi facciate, il lucernario, le porte degli uffici, tanto da evitare l’utilizzo diurno della luce artificiale.