TORRE SEQUANA

A Issy-les-Moulineaux, nel quartiere degli affari della Val de Seine, a poca distanza da Parigi, Bernardo Fort-Brescia e Laurinda Spear, dello studio di progettazione Arquitectonica hanno firmato il progetto per la Torre Sequana, precedentemente conosciuta come Mozart Tower.
Nazione: FRANCIA
Tipologia: EDIFICI PER UFFICI
Progettista Architettonico: ARQUITECTONICA
Date: 2010
La Torre fa parte di un più ampio complesso, costituito da tre edifici, realizzato sul sito della EDF Tower (Electricité de France) costruita negli anni Sessanta e demolita nel 2007. 
Alta centro metri, per un totale di 23 piani, la Torre si innalza al di sopra dei due edifici adiacenti, entrambi di otto piani, e ospita al suo interno una serie di uffici, sale riunioni, un auditorium da 350 posti, una caffetteria e negozi. 
A caratterizzare l’edificio, oltre al suo profilo snello ed elegante e la copertura ellittica, sono le sue facciate, realizzare quasi per la metà della loro superficie in vetro. A nord e a sud, l’involucro è formato da una doppia pelle ventilata realizzata con doppi vetri di ultima generazione e un sistema di schermature integrato che permette importanti risparmi energetici riducendo al minimo le esigenze di riscaldamento e condizionamento. 
Il tema del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale è un elemento chiave del progetto: la struttura, infatti, è una delle prime torri ad aver ottenuto la certificazione HQE - High Environmental Quality grazie a una serie di strategie progettuali raramente raggiunte in Europa per un grattacielo delle sue dimensioni (oltre 40.000 metri quadrati). 
Insieme all’accurato studio dell’involucro, è stato fondamentale anche l’orientamento bioclimatico della torre, che ha permesso di garantire la massima esposizione est-ovest con molti vantaggi per gli utenti, incluso l’ampio accesso alla luce naturale, acustica di altra qualità e un ridotto consumo di energia che ha portato a un risparmio energetico del 40%, e il tetto ellittico vetrato dove sono stati collocati oltre 450 metri quadrati di pannelli fotovoltaici. 

Crediti fotografici: Arquitectonica