SUZHOU INTANGIBLE CULTURAL HERITAGE MUSEUM

Città: SUZHOU
Nazione: CINA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: VECTOR ARCHITECTS
Date: 2016
Il Suzhou Intangible Cultural Heritage Museum si trova nella parte est del Sozhou Horticultural Exposition Park, adiacente ad un appartato villaggio che sorge sulle sponde del lago Taihu. Il sito del museo è quindi circondato dall’acqua, elemento naturale che insieme all’orografia del territorio, è stato fonte di ispirazione per il design dell’opera legata anche alla cultura architettonica tradizionale della città di Suzhou. La strategia portata avanti dal team di architetti è stata quella di congiungere diverse funzioni intorno a corti ipogee e corridoi capaci di generare la stessa esperienza spaziale dell’edificio tradizionale cinese. Inoltre, tenendo conto delle particolari condizioni climatiche, si sono costituiti percorsi in grado di accompagnare i visitatori all’interno delle corti anche nei giorni di pioggia. Ad ogni singolo personaggio affiancato a questi giardini interni è stata data una particolare identità: ad esempio la cupola del teatro, ricoperta da lamelle di bamboo e vegetazione, oppure la particolare installazione situata sul tetto del museo, la torre d’osservazione che domina il panorama circostante, o la scomposta facciata del ristorante capace di creare punti di vista panoramici sul lago di Suzhou e dare un carattere particolare al water-front. Per rispettare le richieste del programma e, contemporaneamente, non rendere l’edificio di grosso impatto sull’ambiente naturale, la maggior parte delle coperture è stata rivestita con un manto verde. La soluzione ha inoltre reso meno netto il confine tra architettura e natura. All’interno dell’ Intangible cultural heritage museum è possible acquisire una gran quantità di informazioni e avere molteplici esperienze interattive. Tre grandi atri di ingresso permettono una buona ventilazione e illuminazione naturale, e da essi è possibile raggiungere tutti i piani in cui si tengono le mostre. Il risultato è un parco pubblico dove si perde la distinzione tra interno ed esterno, dove la vegetazione è l’elemento generatore. Infatti, attraverso le sue molteplici variazioni, il verde da vita a nuovi spazi espositivi, diventando esso stesso oggetto di osservazione da parte dei visitatori che possono quindi intraprendere percorsi educativi ed interattivi con la natura.

Photocredits: Chen Hao; Eiichi Kano; Courtesy of Vector Architects