STAZIONE TGV LIÈGE - GUILLEMINS

La Stazione Ferroviaria TGV Liège – Guillemins è un’opera straordinaria di ingegneria strutturale realizzata da Santiago Calatrava. Il progetto ha dotato la città di Liegi di uno dei principali snodi ferroviari del centro Europa, permettendo veloci collegamenti con Inghilterra, Francia, Belgio e Germania.
Città: LIEGI
Nazione: BELGIO
Tipologia: INFRASTRUTTURE
Progettista Architettonico: SANTIAGO CALATRAVA ARCHITECTS & ENGINEERS
Date: 2009
Situato nel quartiere Guillemins, l’edificio occupa una posizione centrale all’interno dell’euroregione Meuse-Rhine. L’obiettivo del progetto era quello di creare una struttura del in grado di rappresentare un’immagine moderna e innovativa delle stazioni al fine di contribuire alla riqualificazione del distretto urbano. 
Collocata in un’area di 29.000 metri quadrati, la stazione si sviluppa per 200 metri in lunghezza, 40 metri in altezza e 73 metri di larghezza ed è stata concepita come un’immensa “cattedrale” di cristallo, acciaio e pietra blu che sorge sulle basi della precedente stazione. 
Orientata lungo l’asse nord-sud, l’edificio connette tramite una struttura sospesa di circa 490 metri due tessuti cittadini morfologicamente e tipologicamente diversi: le aree settentrionali, caratterizzate da elevata densità e tracciato ottocentesco e le aree meridionali meno popolate e immerse nella natura. 
Le due estremità della stazione, nord e sud, accolgono differenti destinazioni d’uso: la parte nord è concepita su tre livelli e ospita gli ingressi pedonali connettendo, mediante un sistema di passerelle sospese e visibili anche dall'esterno, la banchina ferroviaria con la città. Nell’estremità sud, invece, sono realizzati tutti gli ingressi carrabili e i parcheggi per gli utenti che provengono dall'hinterland. Una lunga pensilina pedonale connette le due estremità della stazione facilitando i flussi e i collegamenti tra le diverse aree funzionali. 
L’edificio è privo di facciate, con un tetto a forma di arco che inneggia la libertà di movimento: la copertura, che imita le forme delle colline del Cointe, è realizzata tramite la composizione di due vetri selettivi stratificati a elevate prestazioni, che hanno lo scopo di ridurre le dispersioni termiche dell'edificio assicurando isolamento acustico, termico e la resistenza al fuoco. 
I progettisti hanno rivolto grande attenzione anche al risparmio energetico: la climatizzazione è ottenuta grazie all’effetto congiunto di ventilazione naturale e raffreddamento notturno: d’estate, le prestazioni del vetro contribuiscono al condizionamento degli ambienti interni, mentre d’inverno lo strato basso-emissivo del vetro garantisce un eccellente isolamento termico. 

Crediti fotografici: James Ewing, Santiago Calatrava Architects & Engineers