STAZIONE MEDIOPADANA

La Stazione dell’Alta Velocità di Reggio Emilia, progettata da Santiago Calatrava e inaugurata il 9 giugno 2013, fa parte di un ampio progetto denominato “Le vele di Calatrava” che ha compreso la realizzazione di tre ponti inaugurati nel 2007.
Città: REGGIO EMILIA
Nazione: ITALIA
Tipologia: INFRASTRUTTURE
Progettista Architettonico: SANTIAGO CALATRAVA ARCHITECTS & ENGINEERS
Date: 2014
La stazione, collocata quattro chilometri a nord rispetto al centro della città, è l’unica fermata intermedia sulla linea Alta Velocità Milano – Bologna. Realizzata da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS Italiane), che ha affidato la direzione lavori a Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, la struttura ha una lunghezza di 483 metri, una larghezza massima di 50 e un’altezza di 20 metri. 
Sviluppata su due livelli, la struttura ospita al piano terra le corrispondenze con le linee regionali, servizi, ufficio turistico, biglietterie e gli spazi commerciali, mentre al piano superiore sono collocati i binari dell’Alta Velocità, le banchine e lo spazio per le risalite collegate all’ingresso. 
L’edificio, caratterizzato da una facciata ondulata, è sovrastato da una copertura composta da una successione di 457 portali in acciaio verniciato bianco geometricamente differenti che delineano l’andamento sinusoidale e conferiscono all’infrastruttura il particolare effetto che ha dato al progetto il soprannome di “Onda Bianca”. 
In prossimità delle banchine laterali, per proteggere i passeggeri, la copertura prevede un tamponamento tra i portali di acciaio realizzato con pannelli di vetro stratificato. 
L’impatto ambientale è ridotto grazie alla presenza di alberature che coprono esternamente la stazione fino all’altezza dei binari. 
La facciata principale risulta libera grazie al parziale interramento del parcheggio. 

Crediti fotografici: Simone Simone
Post correlati