SCUOLA MATERNA A RONCO BRIANTINO

Città: RONCO BRIANTINO
Nazione: ITALIA
Tipologia: ISTRUZIONE
Progettista Architettonico: ALLEN ARCHITETTURA
L’intervento riguarda il primo lotto funzionale della nuova scuola materna comunale di Ronco Briantino che prevede la realizzazione di tre sezioni, le aule speciali, un grande salone per le attività collettive, una cucina per la produzione di 400 pasti che serviranno anche la scuola elementare e media del comune, una piazza di ingresso, gli spazi aperti circostanti la scuola e il parcheggio.
Le aule sono tutte disposte sul lato sud e godono di spazi verdi esterni attrezzati come classi all’aperto. In fase di progettazione è stata data particolare attenzione alla luce e agli arredi, oltre che allo studio del colore. Il progetto nasce da un’intensa attività di partecipazione che ha coinvolto numerosi cittadini in un lavoro di lettura del loro territorio e di graduale costruzione di un’idea condivisa di scuola. Il lavoro di progettazione ha cercato di tradurre le idee dei cittadini in un progetto tecnicamente ed economicamente verificato.
L’alta sostenibilità ambientale dell’edificio è raggiunta con l’applicazione di linee guida che riguardano energia, acqua, materiali, , rifiuti, salute, comfort, paesaggio, mobilità, partecipazione ed economia. Nei mesi freddi la temperatura interna si mantiene confortevole e non si hanno fenomeni di condensa grazie all’elevata traspirabilità delle pareti. Nel periodo estivo l’elevato valore di sfasamento dell’onda termica attraverso la parete impedisce il surriscaldamento delle superfici interne. Le vetrate doppie basso emissive assicurano un elevato grado di isolamento termico. Il comportamento energetico passivo dell’edificio riduce ai minimi termini i consumi combustibili dei fossili. Le tecniche costruttive utilizzate si avvalgono di materiali rinnovabili e a basso contenuto energetico: per questo il progetto ricorre a sistemi di costruzione a secco in legno integrati con l’uso di altri materiali vegetali per la coibentazione (fibra di cellulosa) e minerali per i rivestimenti (fibrogesso e linoleum). L’intero involucro interno dei fabbricati è rivestito in fibrogesso.
Grande attenzione, vista la particolarità dell’utenza, è dedicata alla selezione dei materiali in base alle loro caratteristiche tossicologiche, escludendo tutti i materiali potenzialmente in grado di produrre problemi di inquinamento indoor.
Nei corridoi un pavimento sopraelevato e un controsoffitto ospitano la distribuzione della parte impiantistica. Questo consente completa ispezionabilità e flessibilità di gestione e manutenzione nel tempo. Le coperture sono piane e realizzate con verde pensile estensivo, con vantaggi economici e ambientali.
Di Alessandra Battisti
Pubblicato su Modulo n. 349 marzo 2009

Fotografie: courtesy Allenarchitettura
Post correlati