SCUOLA DELLE ARTI

La strategia progettuale della Scuola della Arti a Singapore, vincitore del John Utzon Award for International Architecture, è stata quella di creare due layer interconnessi, due strati orizzontali: uno spazio per la comunicazione pubblica sotto ed uno spazio assolutamente controllato, sicuro, nella fascia superiore.
Città: SINGAPORE
Nazione: SINGAPORE
Tipologia: ISTRUZIONE
Progettista Architettonico: WOHA ARCHITECTS
Date: 2010
Questa semplice e precisa strategia risolve il duplice obiettivo di porosità a livello comunicativo e di connessione con il contesto urbano con la definizione di un ambiente di apprendimento protetto e riparato. 
Alla base un grande basamento contiene una sala da concerto, un teatro di posa e numerose sale di esigua dimensione per le performance. Il podio è immaginato e realizzato come un pesante e solido piedistallo, una massa gigantesca di pietra scavata e cesellata, sviluppata su più livelli e aperta al pubblico. 
La piattaforma crea un insieme eterogeneo di spazi capaci di accogliere una collettività multiforme e variegata, su cui affondano i tre blocchi rettangolari accademici, all’interno dei quali si accede per mezzo di un unico punto. 
Una palestra, una libreria sono sospesi tra gli edifici, collaborando alla copertura della piazza sottostante e al mantenimento di adeguate condizioni termiche e luminose all’interno degli ambienti di istruzione. 

Crediti fotografici: Patrick Bingham-Hall