RICOSTRUZIONE E COPERTURA DELLO STADIO OLIMPICO DI BERLINO

Gmp Architekten si è occupato dell’adeguamento dell'Olympiastadion di Berlino, edificio centrale dello storico complesso sportivo olimpico del 1936 progettato da Werner March, per trasformare l’importante monumento storico in una moderna struttura sportiva e polifunzionale.
Città: BERLINO
Nazione: GERMANIA
Tipologia: SPORT
Progettista Architettonico: GMP ARCHITEKTEN
Date: 2004
La modifiche attuate della riqualificazione sono state: il rilevamento dei danni e la ristrutturazione della struttura in calcestruzzo, la modifica del livello superiore e la ricostruzione completa del livello inferiore, l’abbassamento del campo di gioco di 2,65 metri, la costruzione della struttura del tetto, la modernizzazione di tutti gli aspetti tecnici e delle aree per l’atletica, la costruzione di sale VIP, aree di ristoro e la costruzione di aree esterne sotterranee di supporto di funzioni tecniche e una sala per la preparazione degli atleti con una pista di 100 metri. 
La ricostruzione del piano interrato ha permesso di collegare il campo da gioco agli spogliatoi e di ricavare 1.600 posti in più grazie all’aggiunta di due nuove file di posti sugli spalti. 
La copertura, elemento di maggiore impatto architettonico, è stata studiata come una struttura esile a guscio sorretta da 20 colonne in acciaio, di ridotto diametro di 25 cm, per minimizzare l’impatto visivo dello spettatore verso il campo. 
Il guscio esterno è in materiale trasparente mentre quello interno è in lamiera metallica, per mantenere un certo grado di trasparenza. 

Crediti fotografici: Gmp Architekten, Fritz Busam, Heiner Leiska, Marcus Bred