SEDE RAS ASSICURAZIONI

Il progetto trae gli elementi per la sua definizione dal contesto in cui si inserisce, al fine di utilizzare le risorse naturali per ottimizzare l’efficienza energetica e per migliorare il comfort degli spazi di lavoro.
Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Tipologia: EDIFICI PER UFFICI
Progettista Architettonico: FRIGERIO DESIGN GROUP
Date: 2001
Inserito in un contesto urbano, l’edificio è avvolto da un bosco parcheggio e da un giardino variabile: differenti essenze con varie fioriture modificano nell’arco dell’anno i loro colori. 
Apparentemente sembra un edificio normale ma appena lo si esamina nel dettaglio, si scopre in ogni sua parte, la complessità nascosta finalizzata a renderlo sostenibile nell’uso,ecologicamente ed economicamente. Facciate ventilate,impianti modulari a ricupero energetico,corpi illuminanti a basso consumo,il tutto controllato e gestito da un sistema intelligente centrale per impiegare le energie dove, quando e nella qualità necessaria. 
Nella definizione del volume, è stata reinterpretata la tipologia del palazzo storico milanese, che presenta un basamento bugnato, i piani nobili e il coronamento; tre ordini con tre caratteri, senza rinunciare ad esprimerne l’immagine e l’identità contemporanea. L’edificio si sviluppa su due piani interrati con i parcheggi, gli impianti e sette piani fuori terra destinati ad uffici e funzioni di servizio. 
L’ultimo piano è realizzato con una struttura in acciaio e un volume ellittico che contiene delle particolari sale riunioni. L’ellisse è realizzata con delle vetrate in lastre di vetro curve senza profili, incollate sui giunti verticali, tutte protette da un grande frangisole orizzontale che si sviluppa su tutta la pianta. 
I vari componenti architettonici, quali serramenti, soffitti, impianti e strutture, sono stati progettati con delle geometrie coordinate, tali da rendere possibili le varie configurazioni degli uffici con semplicità, tempi e costi di allestimento ridotti. 
Internamente gli ambienti sono arredati con materiali naturali ed ergonomici; rivestimenti fonoassorbenti in legno di betulla alle pareti, controsoffitti in alluminio microforato e pavimenti sopraelevati rifiniti con moquette autoposante, per controllare l’acustica degli ambienti. 
Un edificio tra futuro e tradizione, espressione di una società più sensibile all’ambiente e all’uso delle risorse. 

Crediti fotografici: Mario Carrieri