PIAZZA DEL CINEMA

Carlo Cappai e Maria Alessandra Segantini, dello studio trevigiano C+S Associati, firmano la nuova Piazza del Cinema al Lido di Venezia, un progetto che chiude la decennale vicenda legata alla necessità di ampliare e riqualificare gli spazi necessari al Festival del Cinema e restituisce alla comunità, unendo passato e presente, un importante spazio pubblico.
Città: VENEZIA
Nazione: ITALIA
Progettista Architettonico: C+S ASSOCIATI
Inaugurazione: 2019
La costruzione nel 1857 del primo stabilimento balneare al Lido di Venezia ha dato il via a una stagione di splendore per l’isola con concerti, feste ed eventi. I due grandi alberghi, il Grand Hotel Des Bains, realizzato nel 1900, e l’Excelsior Palace Hotel, completato otto anni più tardi, hanno contribuito, insieme al Palazzo del Cinema e al Casinò, a trasformare l’isola in uno delle località turistiche più ambite d’Europa. 
Negli ultimi vent’anni il declino del Lido come meta turistica ha visto non solo la chiusura del Grand Hotel Des Bains ma anche la mancanza di investimenti sia nel settore pubblico sia privato, considerando anche che il Festival del Cinema, evento internazionale memoria degli antichi splendori, si presenta una volta all’anno. 
C+S ha realizzato un nuovo spazio pubblico cucendo insieme gli elementi che creavano l’identità del sito: gli edifici storici del Casinò e del Palazzo del Cinema sono oggi collegati tra loro da uno spazio pubblico continuo in pietra bianca, che unifica i due edifici con il parco e riporta alla memoria il design originale, valorizzando al contempo la dimensione dello spazio storico, testimonianza dello splendore della Belle Epoque. 
Rialzata, per consentire la vista del mare, la piazza è rivestita interamente di pietra Apricena monocroma, espediente che permette di sottolineare ed enfatizzare la generosa dimensione dello spazio pubblico. Il trattamento superficiale delle lastre di pietra, così come il loro orientamento, si combinano da un lato con l’attenzione al dettaglio per il sistema di drenaggio della fontana centrale, con i corrimani in ottone o acciaio verniciato, e dall’altro con i pini marittimi appena piantumati in un giardino sinuoso, quest’ultimo progettato per tracciare la presenza invisibile di un terzo edificio mai costruito. 
La piazza, realizzata principalmente per servire il Festival del Cinema di Venezia, è stata concepita anche per essere adattata a molteplici usi, restituendo così agli abitanti uno spazio pubblico in grado di attivarsi nei diversi momenti della giornata. 
Siamo orgogliosi di aver contribuito a restituire ai cittadini del Lido un pezzo della loro terra. Crediamo fermamente nelle potenzialità di uno spazio pubblico libero, ben disegnato e capace di essere attivato dalle persone, dai loro ricordi, dai loro sogni e dalle loro esperienze che contribuiranno a creare memorie future” – hanno raccontato Carlo Cappai e Maria Alessandra Segantini. 

Crediti fotografici: C+S Associati

Pubblicato su Modulo 417, gennaio/febbraio 2019
SCARICA IL PDF