OPERA HOUSE - CITTÀ DELLE ARTI E DELLE SCIENZE

L’Opera House, realizzata nel 2006 da Santiago Calatrava, si pone come elemento finale del complesso della Città delle arti e della Scienza, un progetto a grande scala promosso dal governo di Valencia volto al recupero di un’area di 35 ettari nella periferia orientale della città.
Città: VALENCIA
Nazione: SPAGNA
Tipologia: CULTURA
Progettista Architettonico: SANTIAGO CALATRAVA ARCHITECTS & ENGINEERS
Date: 2006
Il complesso è composto dal Planetario, una sala IMAX a pianta ellittica, che si estende su una superficie di 2.600 metri quadrati, sovrastata da una copertura emisferica mobile e il Museo della Scienza Principe Felipe, un edificio lungo 241 metri con una superficie di 41.530 metri quadrati caratterizzato dalla ripetizione asimmetrica di forme ad albero e a gabbia con tamponature in vetro. 
L’Opera House, che completa il complesso, è ideata come una serie di volumi apparentemente casuali che vengono unificati attraverso la loro inclusione tra due gusci di cemento simmetrici tagliati. 
Con un’altezza massima di 75 metri, l’edificio ospita al suo interno l’auditorium principale da 1706 posti, un auditorium più piccolo da 1520 posti, un auditorium per la musica da camera da 380 posti, un auditorium per il teatro e la danza sperimentale da 400 posti e, infine, uno spazio espositivo dedicato alle mostre d’arte. 

Crediti fotografici: Santiago Calatrava Architects & Engineers