NUOVA SEDE DELLA BANCA D'ITALIA

Città: SIENA
Nazione: ITALIA
Tipologia: EDIFICI PER UFFICI
Progettista Architettonico: ZACCHIROLI ARCHITETTI ASSOCIATI
L'intervento è situato nel centro storico di Siena nella Contrada della Lupa, tra Via della Stufa Secca e Via del Pian D'Ovile. Il sito del progetto occupa una superficie che risente di un dislivello di 19,50 m fra le due strade; questa differenza di quota ha determinato la scelta di un'architettura che doveva risultare, nella sua espressione formale, fortemente ancorata al terreno. L'edificio - che consta di sei piani, tre dei quali interrati e tre fuori terra, e si raccorda alla palazzina ottocentesca adiacente completamente ristrutturata - si presenta come una struttura aperta verso la città, nella parte di accesso al pubblico su Via della Stufa Secca, e diventa quasi un "forte" impenetrabile, severo e imponente, nella parte dedicata al deposito e tutela del denaro. La struttura interna in elevazione è in cemento armato, come le fondazioni, mentre quella delle coperture a falda è stata realizzata in acciaio. Gli spazi delle parti perimetrali del complesso, fortemente articolati, sono ricondotti all'unità dell'insieme grazie all'uso esclusivo del mattone della misura tradizionale senese (30x15x6 cm), di dimensioni maggiori di quello attualmente in produzione, fabbricato a mano con "pasta molle" non geliva e stuccato con malta bastarda a inerte di tufo di cava. I percorsi esterni sono stati pavimentati con mattoni posti di costa, a spina di pesce, le parti in pietra sono realizzate in travertino e calcare, localmente chiamato "pietra di torre", per il cui reperimento è stato necessario riaprire una cava di travertino in disuso. Le coperture sono in tegole di laterizio (embrici e coppi), disposte secondo la consuetudine senese.