NUOVA SCUOLA ELEMENTARE VIA BROCCHI

Lo Studio ATIproject ha presentato il progetto per la Nuova Scuola Elementare di Via Brocchi: bioedilizia, tecnologie a basso impatto, risparmio energetico e spazi che favoriscono le relazioni e l'apprendimento dei bambini sono le caratteristiche peculiari della Nuova Scuola.
Città: MILANO
Nazione: ITALIA
Tipologia: ISTRUZIONE
Work in Progress - Progetto Architettonico: ATIPROJECT
Inizio Lavori: 2016
La realizzazione, aggiudicata mediante appalto integrato, sarà a cura della cooperativa Arco Lavori mentre il progetto è stato sviluppato interamente in BIM. Il progetto è improntato sulla creazione di spazi comuni che favoriscano l'aggregazione e le relazioni mentre i moduli aula flessibili soddisfino la necessità degli insegnanti di avere una molteplicità di soluzioni didattiche. 
Altro punto di forza progettuale è stata la ricerca di un inserimento organico della scuola nel contesto insediativo: il progetto del parco integra verde ed arredo con aree dedicate ad attività ludiche e ricreative grazie alla presenza di orti didattici, di un giardino d'inverno ed parco musicale a supporto delle attività scolastiche e interdisciplinari. Il complesso accoglierà non solo i nuovi spazi didattici ma anche un auditorium, una palestra ed una biblioteca condivisi con la cittadinanza: la scuola diventerà cosi un vero e proprio centro civico stabilendo una forte connessione con il quartiere e la città. 
Secondo le richieste di progetto e le direttive del Piano Nazionale del MIUR in merito alla Scuola Digitale nella nuova scuola saranno messe in pratica nuove modalità didattiche improntate all'utilizzo di sistemi tecnologici avanzati che prevedono l'adozione di contenuti digitali, condivisi e informatizzati. L’attenzione alla sostenibilità nello sviluppo del progetto si è tradotta in una particolare cura nella scelta di materiali di qualità e il cui processo di produzione risponda a criteri di ecocompatibilità sia nella natura intrinseca del materiale base che, in alcuni casi, del processo produttivo di realizzazione. 
Oltre al pregio estetico e alla funzionalità ha costituito criterio di scelta la possibilità di ottenere, da parte del produttore, certificati di ecocompatibilità rilasciati da enti certificatori riconosciuti. Grazie alle strategie passive messe in atto nello sviluppo del progetto architettonico l’edificio raggiunge le massime prestazioni energetiche, in particolar modo risulta ridotto il carico per il riscaldamento degli ambienti anche grazie alla produzione di energia mediante fonti rinnovabili.